Blog

I 50 anni della musicassetta e il big bang della pirateria

musicassetta

Lo scorso 13 agosto, la musicassetta ha compiuto 50 anni. Nel 1963 nasceva dunque la prima alternativa al vinile per la riproduzione della musica. Ma a differenza del vinile, questo nuovo supporto consentiva l’incisione casalinga della musica – grazie ad appositi apparecchi che presto divennero accessibili a molti – nonchè la duplicazione della musica da cassetta a cassetta, e anche da vinile a cassetta. Si ponevano così le basi per la più grande piaga dell’industria musicale: la pirateria.

Certo, nel ’63 l’Italia era nel pieno di un boom economico, ed era un paese molto diverso anche socialmente. Si mandavano le cartoline dal luogo di vacanza, si ascoltavano le partite di campionato solo alla radio, c’erano solo due canali tv, e si compravano i dischi. Chi era appassionato di musica, acquistava album, come gli appassionati di gialli o di fumetti. Poi, col tempo, la cassetta a nastro magnetico diventò uno strumento di diffusione a basso costo della musica, in alcuni casi abusiva. Il fenomeno della duplicazione e della vendita di copie pirata divenne sempre più dilagante, inarrestabile. È anche vero che lo scambio tra amici di cassette duplicate ha accresciuto l’interesse e la cultura musicali. “Ti copio su cassetta questo disco rarissimo di un live di Springsteen” si diceva, mentre si pensava “col cavolo che ti presto ancora un mio vinile, che l’ultima volta me l’hai ridato tutto graffiato!”. Ci stava. Ma non ci stava, la pratica di comprare cassette palesemente falsificate, successivamente sostituite dai CD pirata, solo per spendere meno.

Qualche anno fa, sulla riviera romagnola, mi è capitato di osservare persone che di giorno, in spiaggia, compravano cd pirati a 5 euro per “risparmiare” e poi alla sera spendevano anche 70/80 euro per andare in discoteca e bersi un paio di drink. Hai speso un sacco di soldi e che cosa ti rimane il giorno dopo? Un prodotto falso che non vale niente… e un gran mal di testa.

Commenti

Commenti

Condivisioni