Blog

Ascoltare musica live è come prendere il sole nudi

1043923_187989584697469_991053079_n

Per me ascoltare musica dal vivo è un po’ come prendere il sole completamente nudo senza alcuna protezione.
Come fare sesso con l’unica persona che amo, (quindi) senza preservativo.
Come andare in bicicletta senza mettere le mani sul manubrio.
COme navigare in rete senza un anti-virus sul computer.
Come salire sul tram senza biglietto.
Come togliere il dente del giudizio senza anestesia.

Quando ascolto una canzone in versione live percepisco sempre una grande sensazione di libertà, di mancanza di barriere “protettive”, di non controllo su cio’ che potrebbe accadere.
E cosa potra’ mai accadere?
Beh, mentre la canzone scorre, la mia fantasia viene stimolata e vengo velocemente posseduto da pensieri assurdi:
“E se adesso questo non si ricorda più le parole”?
“E se c’è un black-out sul palco”?
“E e se mi tira una bella stecca”?
“E se gli scappa da ridere…”?
“E e se si mette a piangere…”?

Ma non finisce qui…

La cosa incredibile e’ che tutte queste domande continuano a rimbombarmi nel cervello anche se ascolto la stessa canzone piu’ volte di seguito.
Perche’ mi succede una cosa del genere?

Me lo sono chiesto tante volte, ma la risposta non l’ho mai trovata.

Poi e’ nata ONSTAGE RADIO e ho scoperto che, quando la ascolto per diverse ore, le mie “paure” scompaiono canzone dopo canzone e l’unica domanda che mi viene in mente e’: “Chissa’ chi salira’ sul palco dopo”!!!

E tu, cosa provi quando ascolti musica dal vivo?

Commenti

Commenti

Condivisioni