Blog

Questo video vi farà capire perché Brittany Howard è l’incarnazione femminile di Springsteen

brittany-howard-alabama-shakes-e-bruce-springsteen-femminile

Stop you, Springsteen fans out in radioland! Questo titolo non è una bestemmia. Perché è vero che di Bruce ce n’è uno solo. Ma come avevo già avuto modo di notare e scrivere, per la prima volta mi è capitato di vedere dal vivo un’artista, gli Alabama Shakes appunto, in grado di riprodurre sul palco quel tipo di intensità che solo il rocker del New Jersey riesce a trasmettermi dal vivo. Il che non significa che siano uguali, ma semplicemente che quel tipo di capacità di catturare il pubblico e trascinarlo nel concerto con un solo brano è una caratteristica rarissima: Brittany Howard e gli Alabama Shakes sono in questo senso una sorta di nipoti (artisticamente parlando) di Bruce Springsteen e della E Street Band. Quando Springsteen fu insignito del Kennedy Center Award nel 2009, il suo amico, nonché noto presentatore e comico, Jon Stewart tenne un discorso molto divertente per celebrarlo e tra le altre cose spiegò che “la vera forza di Bruce Springsteen è che ogni volta che lo vedo, qualunque cosa stia facendo, dà tutto se stesso”. In realtà l’espressione americana è “empties the tank” e sarebbe traducibile con “finisce la benzina”, e dà bene la dimensione di che cosa significhi quel “dare tutto se stesso”. Brittany Howard e gli Alabama Shakes hanno quella stessa forza. Non so ancora quando torneranno in Italia. Ma so che torneranno. E che perderseli sarebbe un grande peccato. All of you, out there in radioland, siete avvisati.

Commenti

Commenti

Condivisioni