Blog

Così la musica si apprezza di più?

Musica

Quando un oggetto, un elettrodomestico o una nuova tecnologia entrano a far parte integrante della nostra vita, spesso ci si dimentica come si viveva prima che questi irrompessero nel nostro uso quotidiano. Il frigorifero e il televisore erano beni di lusso fino agli anni ’50, e i nostri nonni hanno vissuto senza per un certo periodo della loro vita; andate a raccontarlo a un quindicenne di oggi. E la musica? Come si ascoltava la musica…prima?

Senza andare a scavare troppo nel passato, ma partendo proprio dagli anni ’50, cioè da quando è nata la categoria dei “giovani” come consumatori di musica, si ascoltava musica in radio (poco), e la si ascoltava al bar, nei jukebox. Ebbene si, per godersi una canzone si doveva mettere una monetina, cioè pagare. Forse anche questo a un giovane di oggi suona strano. E si ballava anche davanti ai jukebox. Oppure si andava a casa di un amico e si ascoltava musica in compagnia, dai 45 giri e solo successivamente dai 33. La musica non era ovunque. E’ così che, secondo me, come il più grande sogno dell’umanità, volare, l’uomo desiderò poter avere la musica con sè in qualunque momento. Le nuove generazioni desiderarono la musica “portatile”. Avete presente quei grotteschi personaggi degli anni 80 con un mega stereo a batterie portato sulla spalla che camminano per le strade del centro? Beh, sono dei pionieri della musica che “porti” con te.

Ed ecco che fa poi il suo ingresso lui: il walkman. Riproduttore a cassette, grosso più o meno come un libro in edizione tascabile, con tanto di cuffie e cinghietta per portarlo a tracolla… Mentre cammini! Forse sono piuttosto vecchio, visto che posso dire “io l’ho avuto!”. Inizia ad essere storia abbastanza recente il cd portatile, l’iPod (e i vari lettori mp3) e infine gli smartphone. Riflettete questa estate quando in spiaggia metterete le vostre cuffiette nel cellulare per ascoltare un po’ di musica; anche quel gesto è il frutto di una evoluzione e del desiderio di molte generazioni. Ma la mia domanda è: con questa possibilità, si apprezza di più la musica?

Commenti

Commenti

Condivisioni