Blog

Diario di Bordo delle Feste di Alfonso – Milano, 3 dicembre 2013

Levante Concerto Milano

Dopo ognuna delle tante Feste di Alfonso programmate (è il nome del suo primo tour), Levante ci racconta le sue emozioni. Ecco le sue parole dopo il concerto di Milano, che l’ha vista protagonista alla Salumeria della Musica il 3 dicembre 2013. (foto di Riccardo La Valle)

Questa nota va letta con ascoltando Sonnet dei Verve perché è stata scritta con quella canzone in cuffia.

Milano per me è sempre stata una sorta di New York. Voglio dire è come se dal New Jersey mi spostassi a New York. Io da Torino a Milano sento di fare lo stesso viaggio emotivo. Milano è la città del business, dei lavoratori, del traffico, della gente che corre chissà poi dove, e ne rimango felicemente travolta, spalanco gli occhi e mi guardo intorno per non perdere nulla della varietà che la caratterizza.

Il primo live nella città dei “FFFiga” (si può dire?) per Manuale Distruzione l’ho fatto all’OCA grazie a I Distratti, tre ragazzi con un’energia pazzesca che organizzano eventi splendidi nel capoluogo lombardo. Gonna rosso fuoco, io e la chitarra, era il 9 marzo e devo ammettere di aver ricevuto un calore pazzesco quella sera nonostante di me non si sapesse davvero nulla in giro. Tornare otto mesi dopo in città con un live supportato nuovamente da I Distratti, questa volta a La Salumeria della Musica, scortata dai miei quattro eroi sul palco (Celona, Bianco, Puttilli, Sanfilippo) e il quinto dietro al mixer (Parravicini) facendo scoppiare il locale di luci, emozioni e le voci del pubblico intonato (il mio pubblico è intonatissimo!) è stato splendido. Non avrei potuto desiderare di meglio per questa festa milanese.

Grazie per l’amore che mi dai, Milano cara, serbo anche io per te lo stesso sentimento.

Commenti

Commenti

Condivisioni