Blog

Voglio poter scegliere

cinema-paradiso

Entro il 31 dicembre tutte le sale cinematografiche d’Italia dovranno passare al digitale, perchè i film non verranno più distribuiti su pellicola. Addio vecchi proiettori e molto probabilmente addio a tante piccole sale di provincia che non riusciranno ad adeguarsi (per i costi elevati) al digitale. E’ successo così anche con la musica, prima il passaggio al CD, nuovo supporto digitale che pian piano sostituì del tutto la distribuzione della musica su supporto analogico (vinile e cassetta); poi il passaggio al download. Così sono spariti i piccoli negozi di dischi. Così è crollato il mercato della musica.

Ci si evolve, ci si modernizza, si tagliano i costi, però forse sparisce anche un pò di quella poesia che è racchiusa nei vecchi formati con cui si guardavano prima i film, tanto ben descritta in Nuovo Cinema Paradiso, o con cui si ascoltavano prima le canzoni. Perchè c’è dell’arte anche in come si “producono” film e musica, che a sua volta sono forme d’arte. Arte nell’arte. Ma oggi più che mai si pensa al business nell’arte. Non discuto le scelte di mercato di potenti multinazionali del cinema, MA io voglio poter scegliere. Voglio salvaguardare la mia libertà di scelta.

Così come posso scegliere di comprare delle scarpe fatte a mano da un artigiano veneto piuttosto che la scarpa da ginnastica di qualche mega brand (che sfrutta la mano d’opera di chi sa quale paese del terzo mondo!), così come posso scegliere se mangiare in una catena di ristoranti internazionali, oppure andare nella trattoria a gestione familiare nell’entroterra toscano, se comprare un mobiletto fatto dal falegname bergamasco o andare nel grande magazzino dell’arredamento svedese. Così come ho scelto di registrare su nastro invece che su computer il disco dei Margaret che sto producendo.

Imporre un solo formato di produzione, è limitante, sbagliato e va contro lo stesso concetto di cultura. L’arte, la letteratura, il cinema e anche la musica sono sempre stati un orgoglio per questo paese, cerchiamo di essere patriottici almeno in questo.

Commenti

Commenti

Condivisioni