Festival di Sanremo 2014

Festival di Sanremo 2014, la cronaca della seconda serata

festival-di-sanremo-2014-seconda-serata

Il Festival di Sanremo 2014 prosegue. La seconda serata della manifestazione canora è stata molto più fluida della precedente, nonché caratterizzata da un ritmo più avvincente. Ecco cos’è successo.

Più ritmo e nessun imprevisto nella seconda serata del Festival di Sanremo 2014. Obiettivi centrati, trasmissione regolare, troppo lunga ma complessivamente piacevole. Si parte forte con un pezzo da novanta: Francesco Renga passa il turno con Vivendo adesso, dopo di lui è Giuliano Palma ad alzare i giri del motore e avanzare con Così lontano. Noemi propone qualche sonorità alternativa ai classici canoni della manifestazioni, chiedendo anche ai presenti in sala di partecipare alla sua esibizione mentre canta Bagnati dal sole, pezzo preferito secondo il televoto e la giuria della sala stampa.

Franca Valeri (classe 1920), primo ospite della serata, raccoglie solo applausi dalla platea. E’ Renzo Rubino poco dopo a scuotere decisamente lo spettacolo, con una convinta esibizione di Ora, scelta a discapito di Per sempre e poi basta. Poco dopo Ron sorprende con un brano dalle forti tinte folk: Sing In The Rain conquista il pubblico votante e passa il turno. Claudio Baglioni si prende l’Ariston con un medley di classiconi che fanno cantare a squarcia gola anche la spesso ingessata sala stampa del Roof: Questo piccolo grande amore, E tu, Strada facendo, Avrai, Mille giorni di te e di me sono i brani prescelti, a questi segue a breve distanza Con voi. Ritorno al Festival da brividi per una leggenda della musica leggera italiana.

Tocca a Riccardo Sinigallia far ripartire la competizione: avanza Prima di andare via, per il rammarico di chi, come noi, preferiva la più vintage e ottantiana Una rigenerazione. Chiude il lotto dei Campioni Francesco Sarcina, che con Nel tuo sorriso, pezzo dedicato al figlio Tobia, ottiene le maggiori preferenze da parte dei votanti. Rufus Wainwright mette a tacere le polemiche con un’esibizione di alto livello: Across The Universe e Cigarettes And Chocolate Milk aiutano il cantante a farsi conoscere da un pubblico italiano non certo informato sulle nuove e affermate realtà internazionali contemporanee.

E’ il momento dei giovani: si esibiscono le Nuove Proposte Diodato, Filippo Graziani, Bianca e Zibba, al termine del televoto si qualificano alla finale Diodato con Babilonia e Zibba con Senza di te. Domani tocca agli altri quattro debuttanti in gara, quindi ai Campioni con il brano selezionato dalla giuria nel corso delle due prime serate. Il momento dei primi verdetti è dietro l’angolo.

Commenti

Commenti

Condivisioni