Festival di Sanremo 2016

Sanremo, cosa ci è piaciuto e cosa non ci è piaciuto della seconda sera

seconda-serata-commenti-cose-belle-cose-brutte

Tutti cantano Sanremo. Noi lo guardiamo, il Festival. E poi ve lo raccontiamo. Come per la prima sera, anche per la seconda un commento poco tecnico e molto frivolo: 10 cose di cui 5 belle e, non foss’altro che per la famosa par condicio (lo ripetiamo), 5 brutte. Se non bruttissime.

5 COSE BELLE

1. SALUT SALON
La musica è femmina. E ringrazia le Salut Salon. Divertenti con la loro performance elegante, il ritmo coinvolgente, gli archi protagonisti e anche il pianoforte. Un vero numero da circo. Bravissime.

2. VIRGINIA RAFFAELE
Virginia vince ancora. O meglio: vince Carla Fracci. La sua. Eterea. La classica pettinatura bon ton: chignon e riga in mezzo. Le mosse di danza estemporanee, la grazia verbale, la riverente irriverenza. Come lei nessuna mai (quella finta, intendiamo).

3. LA SALA STAMPA
La nuova guardia, ma anche quella vecchia. Una sigaretta e quattro parole con Marinella Venegoni, storica firma musicale de La Stampa in sleepers maculate, sulle note di Eros Ramazzotti che fa cantare anche i giornalisti. Quasi tutti. Il bello del nostro Sanremo.

4. GABRIEL GARKO
Si riscatta ampiamente dopo il passo falso della prima serata. Sciolto, spiritoso, sicuro. E, ca va sans dire: bello. Scivoloni grammaticali a parte (nemmeno così gravi). Bravo Gabriel, così ti volevamo. Proprio così.

5. BEPPE&PATTY
Finalmente il maestro Vessicchio, attesissimo, torna sul palco dell’Ariston e lo fa (anche) per la bionda regina della musica italiana, che indossa il braccialetto meravigliosamente colorato al polso sinistro. Il pubblico le rende omaggio (nonostante la voce fatichi parecchio) e alla fine della performance si alza in piedi. Ci sta.

5 COSE BRUTTE

1. I CAPELLI DI SCANU
Nulla di personale, intendiamoci. Però l’acconciatura non è un cosa irrilevante quando sei in diretta TV davanti a oltre 10 milioni di persone. Pazienza la musica, proviamo almeno a cambiare parrucchiere?

2. LETIZIA VALENTINO
A un certo punto ecco il collegamento con Letizia Valentino (registrato), Capitano medico dell’Esercito Italiano. Dall’Antartide a Sanremo. La domanda è una: ma perché?

3. NICOLE KIDMAN
Bellezza algida un po’ appassita, nonostante il bisturi. La conversazione con Conti? Piatta. Peggio solo la risatina di circostanza che ha preceduto ogni risposta dell’attrice. Ci dispiace. Per noi è no.

4. EROS RAMAZZOTTI
Invecchiato benissimo, Eros dedica alla nuova moglie, Marika, uno dei suoi più famosi brani, Più bella cosa. Ma non l’aveva scritta per Michelle?

5. MADALINA GHENEA
C’era?

Commenti

Commenti

Condivisioni