Festival

Sei pezzi facili 2014, a San Sepolcro gli artisti raccontano se stessi

Sei pezzi facili

È possibile raccontare se stessi attraverso una lista di canzoni e pensieri? È questa la sfida che il progetto Sei pezzi facili pone da un paio d’anni a questa parte a differenti artisti musicali, muovendosi tra canzoni che generano racconti autobiografici e colonne sonore della vita dei musicisti coinvolti. Il tutto per far emergere una personalissima e spesso sorprendente top five + 1 (perché una canzone può fare la differenza!).

Dopo il successo della prima edizione, dal 20 al 25 luglio 2014 torna l’affascinante esperimento di Sei pezzi facili (co-prodotto dall’associazione culturale Effetto, da Woodworm e da Libera Università Dell’Autobiografia) che ancora una volta è ospite di una delle manifestazioni più energiche del territorio toscano, il Kilowatt Festival di Sansepolcro. Attraverso una lista di canzoni altrui, ogni cantautore coinvolto dipinge il proprio autoritratto, componendo la storia della propria vita artistica e non. Sei pezzi facili nasce come gioco, ma vuol essere allo stesso tempo un serio studio in grado di unire autobiografia e memoria collettiva.

Ben cinque gli appuntamenti di quest’anno: ad aprire le danze penserà Alessandro Raina, storico leader dei Giardini Di Mirò, che lascerà poi il palco di Palazzo delle Laudi a Paolo Benvegnù (nella foto in alto), Massimo Bubola, Andrea Appino, Alessandro Fiori e Marco Parente, per una commistione tra vecchio e nuovo cantautorato che si preannuncia sorprendente.

Fedeli all’idea che nel numero sei stia la perfezione, ai cinque spettacoli si aggiunge il 24 luglio una variazione sul tema:  un giorno di pausa prima del gran finale, in compagnia della classica One Man Band di campagna di Diego Potron (cassa, rullante e charleston a pedali, slide guitar, cigar box e voce), che propone un repertorio prevalentemente fatto di spiritual tradizionali di fine Ottocento e canti afroamericani rurali in chiave trash blues – un blues primitivo delle colline.

Ecco il programma completo della manifestazione, che si volge a Palazzo delle Laudi (gli spettacoli iniziano alle 22,00)

Domenica 20 luglio: Alessandro Raina

Lunedì 21 luglio: Paolo Benvegnù

Martedì 22 luglio: Massimo Bubola

Mercoledì 23 luglio: Andrea Appino

Giovedì 24 luglio: Diego“Deadman“ Potron

Venerdì 25 luglio: Betti Barsantini (con Alessandro Fiori e Marco Parente)

 

Le date dei concerti



Commenti

Commenti

Condivisioni