Home

Si chiude a Bologna la prima parte del tour di Eros Ramazzotti, le foto

Casalecchio di Reno (Bologna), Unipol Arena, 3 aprile 2013. Si è chiusa a Bologna la prima parte italiana del Noi World Tour di Eros Ramazzotti, che da domani si trasferisce in Europa. Germania, Repubblica Ceca, Belgio, Olanda, Francia, Svizzera, Russia e Spagna solo alcuni dei Paesi in cui il cantante romano si esibirà nei prossimi due mesi. Tante le nazionalità e le culture che incontrerà, ma una cosa sola sarà quella che si aspetterà dovunque il suo pubblico: poter cantare a squarciagola le hit del suo repertorio, in particolare quello passato. E’ ciò che gli ha permesso di raggiungere la fama mondiale che da anni si è conquistato, ma, croce e delizia, anche un po’ ciò che per certi versi lo limita, ora che non deve dimostrare nulla e ha voglia di concedersi qualcosa di più sul palco. E’ la sensazione che si è avuta al primo dei cinque concerti che ha tenuto a Milano in marzo (clicca qui per leggere la recensione) e che difficilmente non si ripeterà altrove. Lui cerca di trascinare altrove i suoi fan con versioni rivisitate, assoli di chitarra, virtuosismi delle coriste, ma loro lo riportano sempre lì, ai ritornelli di Stella gemella, Se bastasse una canzone o L’aurora (leggi la scaletta qui).  Il prossimo appuntamento in terra nostrana è uno di quelli a cui di certo Eros tiene di più, quello del 21 giugno a Roma, che si prepara ad accoglierlo allo Stadio Olimpico; poi dopo la pausa estiva sarà la volta della tripletta veronese di settembre, all’Arena (trovi qui il calendario completo del tour).

Foto concerto Eros Ramazzotti Bologna 3 aprile 2013

Foto_concerto_Eros_Ramazzotti_Bologna_3_Aprile_2013

Commenti

Commenti

Condivisioni