Notizie

Foto Skunk Anansie Milano Jazzin' Festival 19 luglio 2011

Tutte le foto di Skunk Anansi live @ Milano Jazzin’ Festival, 19.07.2011

È il 19 luglio, ma la Milano che ospita il ritorno degli Skunk Anansie è tutt’altro che calda e afosa. Cielo grigio su (direbbero i Dik Dik) e vento fresco, che hanno il gradito effetto di tenere almeno lontane le zanzare. Lo show inizia puntuale e la band inglese inizia a martellare il pubblico con l’energia che l’ha sempre contraddistinta. Ma il vero spettacolo, manco a dirlo e lei, Skin. Tutina nera brillantinata aderente, a evidenziare un fisico che, a dispetto dei suoi 44 anni (ebbene sì), rasenta la perfezione assoluta. Sale sul palco scatenata come sempre, con addosso una sorta di coprispalle a striscioline dorate, sinuosa e felina. Il pubblico (non numerosissimo per la verità) risponde alla grande e la band inizia a snocciolare musica, alternando le hit più recenti ai vecchi successi. E così, dopo l’inizio aggresivo di Yes It’s Fucking Political, è la volta di Charlie Big Potato e Because Of You. La gente gradisce e salta e Skin non esita, ogniqualvolta la situazione lo consente, a lanciarsi tra il pubblico senza però mai mollare il microfono. È una festa con momenti di rara intensità. Già, perché canzoni come Secretly e Hedonism, a distanza di anni, fanno ancora venire la pelle d’oca, e Skin, con la sua dolcezza, le rende addirittura migliori di come ce le ricordavamo. La fine si avvicina, inizia a piovere forte, i k-way si allacciano e gli ombrelli si aprono. Ancora il tempo per le ultime canzoni, poi gli Skunk Anansie salutano e vanno via giurando di tornare molto presto. Dopo un concerto così, c’è da sperarlo.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni