Foto Gallery

11 star di Hollywood (oltre a Johnny Depp) diventate brutte per copione

11 star hollywood brutte film

Calvo, con i pochi peli rimasti in testa ormai completamente bianchi, gli occhi azzurro-fantasma e i denti non proprio da sorriso delle pubblicità: non si può certo dire che il personaggio protagonista di Black Mass assomigli a Johnny Depp. È vero, c’è chi potrebbe obiettare che Whitey Bulger sia comunque sempre meno brutto del vero Johnny Depp che si è presentato in versione cinghiale tamarro sul tappeto rosso dell’ultimo Festival di Venezia. Come sembrano lontani i tempi nei quali il gioviale pirata Jack Sparrow faceva impazzire donne e ragazze di tre quarti del globo con il suo fascino tenebroso e le sue mani da forbice. E invece tutto si è capovolto. Nell’elegante ma poco originale gangster story di Scott Cooper (Crazy Heart, Il fuoco della vendetta) in uscita nelle sale italiane l’8 ottobre, Black Mass, Johnny Depp è davvero brutto. Una trasformazione necessaria al ruolo del criminale americano anni Ottanta più aiutato dalla polizia federale (prima) e più ricercato dall’Fbi (poi). Ma non si tratta certo dell’unico caso nel quale una star di Hollywood si sia imbruttita per esigenze di copione. Ecco alcuni celebri casi di fighi o fighe stellari divenuti bruttoni o bruttone per lavoro.



CHARLIZE THERON - Monster

Pluriomicida, antipatica e pure brutta. È il raccapricciante ritratto di Charlize Theron in Monster, film del 2003 dove la bella sudafricana interpreta Aileen Wuornos, condannata e giustiziata in Florida per l’omicidio di 7 uomini. Addio al vestito che si sfila come nel famoso spot, la Theron ingrassa 15 chili per il ruolo e grazie a un imbruttimento da manuale si porta a casa l’Oscar.

Commenti

Commenti

Condivisioni