Gossip

Lorde, dopo i Grammy i primi problemi con i paparazzi

Lorde grammy

Dopo aver vinto due Grammy Awards 2014, la neozelandese Lorde ha fatto rientro a casa. Ed è stata accolta da una folla di paparazzi che l’hanno decisamente infastidita.

E’ la fama bellezza. Onori ed oneri. Peccato che la giovanissima Lorde non sembri troppo preparata ai secondi. E così, rientrata a casa fresca fresca vincitrice di ben due Grammy (“Record of the Year” e “Best Pop Solo Performance”), pare proprio non abbia gradito l’accoglienza riservatale al suo arrivo in aeroporto dai paparazzi. Così, ha deciso di affidare il suo sfogo ai 140 caratteri di Twitter: «I media neozelandesi ci sono letteralmente passati sopra per riuscire a scattare delle foto», ha cinguettato la diciassettenne sul social. E ancora: «Inizio ad abituarmi al fatto che le mia immagine sia un “prodotto”, e il fatto che sto abituandomi all’idea mi spaventa».

Uno sfogo in piena regola, condiviso col mondo. Ma soprattutto con i suoi fan. Per i quali tiene a sottolineare la differenza fra il loro affetto e l’attenzione dei paparazzi che definisce «uno sguardo lascivo a cui è sottoposta da questa industria». Ma la prospettiva del suo successo è ascendente e questo potrebbe essere soltanto un inizio: Lorde, infatti, domina le classifiche dall’inizio del 2014 con sei milioni di download per Royals nel mondo (che in Italia è già certificato platino) e più di nove milioni di visualizzazioni su VEVO per il nuovo singolo Team, in radio da questa settimana.

«Lo so che il successo ha un prezzo. Solo che fa un po’ schifo quando vedi che questa cosa è arrivata anche nella tua piccola casa di campagna dove prima ti sentivi al sicuro», ha concluso la cantante neozelandese. E’ la fama, bellezza. Ed è meglio abituarcisi.

Commenti

Commenti

Condivisioni