Home Video

Negrita: «Il tour acustico è un romantico ritorno alle nostre origini»

I Negrita stanno girando l’Italia con il tour Unplugged 2013. Li abbiamo incontrati a Varese per farci spiegare i motivi che li hanno spinti a imbarcarsi in questa avventura teatrale. Ecco la video intervista e le immagini del concerto.

Negrita tour 2013 intervista

Foto di Tommaso Riva

C’era una volta, all’inizio degli anni Novanta, una formazione a tre composta da Paolo Bruni, Enrico Salvi e Cesare Petricich: i Negrita Blues Lovers. Il trio suonava, in versione prevalentemente acustica, pezzi dei più grandi artisti blues della storia: Muddy Waters, John Lee Hooker, Robert Johnson, BB King e compagnia bella. Esistevano già i Negrita, ma a Pau, Drigo e Mac garbava molto presentarsi sotto queste vesti. La capacità di sprigionare potenza, ardore e sentimento, partendo da una struttura molto semplice – caratteristica della “musica del diavolo” – è qualcosa di irresistibile per molte persone, specialmente per i musicisti.

Vent’anni dopo Pau, Drigo e Mac sono la spina dorsale di uno dei più importanti gruppi italiani. Negli ultimi anni, l’avventura dei Negrita si è fatta particolarmente interessante: belle canzoni, ottimi album, tanti concerti (sempre pieni). Ma i tre non hanno mai smesso di dialogare con l’intrinseca necessità di mantenere intatte le radici della propria essenza, di band prima ancora che della propria musica. È questo il motivo per cui tra febbraio e aprile, con oltre trenta date (molte delle quali sold out), girano i teatri italiani con uno spettacolo acustico (leggi qui tutte le date del tour): riportano sul palco quell’esperienza, quel romantico desiderio di lasciare che sia la musica l’unico vettore delle emozioni.

«Senza la fisicità delle chitarre elettriche, ci sentiamo nudi ma allo stesso tempo più forti» mi ha spiegato Drigo durante l’intervista che i Negrita hanno concesso a Onstage prima del concerto di Varese (leggi la recensione del concerto). «Questo show è un modo diverso di fruire la nostra musica. L’energia viene fuori da un’unica fonte: la musica» ribadisce Mac. «Abbiamo pensato molto ai silenzi, una cosa insolita per noi: in qualche modo torniamo all’origine stessa del fare musica in una band» spiega Pau.

Negrita Tour 2013 intervista video a Varese

A Varese, abbiamo chiacchierato a lungo con Pau, Drigo e Mac. L’intervista integrale uscirà sul numero di marzo di Onstage, qui ve ne mostriamo una parte arricchita dalle immagini del concerto. Buona visione.

Commenti

Commenti

Condivisioni