Interviste

Alessandra Amoroso si rimette in gioco: «Basta bianco e nero, voglio vivere a colori»

alessandra-amoroso-voglio-vivere-a-colori

Ci ha fatto un po’ aspettare ma, si sa, per fare le cose in grande occorrono tempo e, soprattutto, tanta serenità e nuove energie. Dopo un lungo periodo di ricerca personale e artistica, di incontri e di scontri (anche con se stessa), e un’operazione alle corde vocali, Alessandra Amoroso è pronta a tornare sulla scena musicale italiana con un nuovo album di inediti. Un disco, edito da Sony Music, prodotto e realizzato da Michele Canova, ricco di importanti collaborazioni e di sonorità che ci fanno capire quanto Sandrina sia cresciuta negli ultimi due anni e mezzo. Il titolo ci dà già un forte indizio: Vivere a colori, ovvero “assaporare con leggerezza e affrontare col sorriso tutto ciò che la vita ci regala, nel bene e nel male”, ha raccontato la cantante salentina in conferenza stampa a Milano.

di Silvia Marchetti

LE CANZONI
Quattordici brani, quattordici fotografie che Alessandra Amoroso scatta per raccontare tutte le sfumature della sua personalità. “E’ un album pieno di colore e di passione, nel quale ho messo davvero tutta me stessa” racconta con emozione e un filo d’orgoglio l’artista lanciata da Amici. “In queste nuove canzoni lancio un chiaro messaggio, grido al mondo che sono finalmente felice e pronta a rimettermi in gioco. Certo, spaventa esporsi così tanto e metterci la faccia. Ma sono fatta così: amo rischiare. Sono cretina, dentro e fuori! (ride, ndr)”. Un primo assaggio di Vivere a colori lo abbiamo avuto con il singolo di lancio, Stupendo fino a qui, brano incalzante e coinvolgente che spopola in radio e negli store digitali da diverse settimane. “Altre due canzoni dell’album, la titletrack e Comunque andare, nascono invece da quella straordinaria macchina da guerra che è Elisa” spiega. “Collaborare con lei è stato incredibile. La vedevo sempre in televisione, la ammiro molto. Mi ha dato tanto a livello umano e professionale. Nel disco ritrovo Tiziano Ferro, che mi ha voluto donare un pezzo speciale, La vita in un anno. Ci sono poi Federico Zampaglione, che firma Nel tuo disordine, forse il brano più coraggioso e spiazzante dell’intero progetto. Poi Federica Camba, Roberto Casalino e Daniele Magro, autori di pezzi con i quali inizio un nuovo percorso artistico”.

TRA SORRISI E LACRIME
“Ho sempre fatto canzoni un po’ tristi. Mi sono sentita comoda sulle ballate, cantando col sorriso a mille denti ma anche versando fiumi di lacrime. Che volete farci? Io sono l’eccesso in tutto, passo da un estremo all’altro. Anche in questo disco parlo di amore, perché è il motore della nostra esistenza, ma lo faccio in modo diverso rispetto ai precedenti lavori: ora descrivo il mio stato d’animo, racconto finalmente la mia vita privata e quello che porto nel cuore. Mai come oggi ho avuto voglia di fare uscire le emozioni, di dare tutto quello che ho, di espormi in prima persona. Lo faccio sorridendo e, al contempo, piangendo. Credo che il pianto sia una delle cose più belle e sincere che abbiamo, di cui non dobbiamo mai vergognarci. Ho superato i 30 anni, sono una donna diversa, più coraggiosa. Voglio essere una macchia di colore vivace nella mia vita, non più soltanto nera oppure bianca. Mi sento più forte e sicura, a partire dalle mie nuove canzoni, tutte da cantare e da ballare”.

LA SPAGNA E L’AMERICA LATINA
“Ragazzi, ho imparato lo spagnolo! Mi sono messa giù, a testa bassa a studiare. Sono andata in Spagna, poi in Messico e in molti Paesi del Sud America per promuovere il mio disco in spagnolo. Un’avventura che è partita a maggio dello scorso anno e di cui ho parlato pochissimo perché me la sono voluta gustare con tranquillità, in silenzio, passo dopo passo. Mi sono innamorata di quei luoghi e delle persone, soprattutto dei Messicani, davvero generosi e calorosi. Dormivo appena tre ore a notte, tra spostamenti, conferenze stampa e ospitate varie”. E ne è valsa la pena: il disco di Alessandra, uscito in ben 17 Paesi diversi, è oggi priorità della Sony Latin in Sud America (come quello di Ricky Martin, per intenderci).

L’INTERVENTO E LA PAURA
“Per la prima volta nella mia vita ho avuto paura. Paura di non poter tornare a cantare, di non essere più la stessa” confessa quando le si chiede del recente intervento alle corde vocali. “È stato un periodo pesante, ero nervosissima e preoccupata perché andavano a toccare il mio strumento. Fortunatamente l’operazione è andata bene, anche se ci sono voluti mesi di recupero e di logopedia. È stato un primo segnale di cambiamento per me: le mie corde vocali mi hanno avvisata. Mi hanno fatto capire che era giunto il momento di fermarsi e di riflettere, di prendermi cura di me stessa. Una fase che ha contribuito parecchio al mio cambiamento. Ora sono rinata, più forte che mai”.

SANREMO, AMICI E…
“Davvero sono l’unica cantante uscita da un talent che non è mai stata in gara al Festiva di Sanremo? Non ci avevo mai fatto caso! Ma non l’ho fatto apposta, sono sincera. Il fatto è che, in concomitanza con la kermesse, sono sempre stata impegnata altrove con altri progetti. Comunque, mai dire mai nella vita. Mi piacerebbe partecipare un giorno, ma ora ho bisogno di stare con la mia Big Family, i miei fan, che mi hanno coccolata e sostenuta in tutti questi anni, soprattutto nei momenti più duri. Molti mi chiedono anche di andare a fare la coach ad Amici, ma me la faccio ancora sotto dalla paura! Sono troppo legata alla tutina che ho indossato nel 2008/2009, ho ancora l’ansia delle sfide e delle prove! No, non ce la potrei fare a reggere. Mi coprirei la faccia di brufoli per la tensione”. E dopo la fase di promozione dell’album Vivere a colori, durante la quale Alessandra Amoroso incontrerà i fan in tutta Italia fino a metà febbraio, ci sarà tempo e modo di pensare al nuovo tour: “Aspettatevi tante sorprese sul palco. Ma per il momento bocche cucite! Posso soltanto dire che ci saranno due anteprime live, due concerti speciali. Il 27 maggio sarò al Palalottomatica di Roma, mentre il 30 maggio al Mediolanum Forum di Assago. Non vedo l’ora!”.

Commenti

Commenti

Condivisioni