Interviste

Moreno presenta Incredibile, il nuovo album: «Le critiche positive servono»

moreno-incredibile-nuovo-album-intervista

Moreno ritorna con Incredibile, il suo nuovo album di inediti. Un lavoro pieno di collaborazioni con ospiti prestigiosi della scena nazionale.

L’anno scorso ha vinto Amici, subito dopo ha pubblicato Stecca che ha venduto quasi duecentomila copie. Ora è coach della squadra dei Bianchi al talent show di Maria De Filippi e ha pubblicato Incredibile, suo secondo album uscito il 1 aprile. E’ chiaro che il rapper Moreno Donadoni stia vivendo un momento d’oro.

Ascoltando il tuo disco, la prima impressione è che tu abbia voluto rispondere a delle critiche attraverso la musica, cosa ne pensi?
Le critiche ci sono e ci saranno sempre, nella musica e in altri ambienti. Non ho annotato solo le critiche, ma ho soprattutto ascoltato ciò che stava intorno a me. Poi, ho di sicuro risposto a qualche accusa, magari con Nessuno mi può giudicare o con qualche altra citazione, poi ho preferito farlo mettendomi al lavoro e scrivendo nuove canzoni. Inoltre, le critiche positive servono, quelle negative e non motivate non le ascolto minimamente.

Qual è la critica che ti ha fatto più arrabbiare?
In genere non sopporto quando non vengono riconosciuti i meriti alle persone. Per esempio mi hanno detto tantissime volte che sono stato scoperto da un talent. Invece non è vero, ho un background come i miei colleghi e vengo dalla strada, ho fatto per molti anni il parrucchiere e avuto diverse fasi nella mia vita.

In Incredibile, così come in Stecca, non hai usato praticamente parolacce, quando invece nel rap è elevatissima la tendenza ad usarle. Perché questa scelta?
Non sono un santarellino e, nella vita di tutti i giorni, quando ce vo ce vo. Ma sono convinto che, nei miei testi, non sia necessario esprimere dei concetti con delle parolacce, i messaggi arrivano ugualmente chiari e si capisce ciò che voglio dire. E’ questa la cosa più importante per me.

Quest’anno stai partecipando ad Amici, in un’altra veste: sei stato scelto come coach. Cosa ti sta dando quest’esperienza? C’è qualche membro de tuo team con cui vorresti lavorare fuori dal contesto del talent?
Innanzitutto sono contentissimo della mia squadra perché è quella che desideravo. Sebbene ci siano pochissimi anni di differenza e non abbia di certo tutta l’esperienza e la professionalità di Miguel Bosè, spero di poter essere in grado di trasmettere il giusto spirito per vivere una competizione di questo livello. Per quanto riguarda le collaborazioni future ho già deciso che, nelle date di Napoli o Roma, vorrei condividere il palco con la crew dei KNEF, un team di breakers che trovo davvero bravi. A livello canoro, invece, non ci ho ancora pensato.

Parliamo delle collaborazioni all’intero dell’album: da Annalisa Scarrone ad Alex Britti, da Gue Pequeno a Fiorella Mannoia, da Antonio Maggio e J-Ax. E, per tutte, l’impressione è che siano una commistione di due generi diversi.
Il duetto con J-Ax è stato un sogno, perché il testo della canzone è strutturato in modo tale che io parli di lui e lui di me. E’ stato davvero emozionante. Come, del resto, anche registrare con Gué, che non collabora esattamente con tutti, è stato un onore. Con Maggio abbiamo riscritto praticamente la canzone, per far sì che rispecchiasse entrambi. Alex Britti ha portato una connotazione blues molto interessante, grazie alla sua chitarra, in Giro tutto il mondo , la voce di Annalisa era assolutamente perfetta per il mood di Ferire per Amare, canzone d’amore di questo disco. Infine, Fiorella Mannoia è stata una bellissima sorpresa, le ho chiesto io di collaborare via Twitter e il giorno dopo ero già a casa sua. E’ stato fantastico. Credo che tutti si aspettassero un duetto con Emma ma credo di essere ancora un po’ immaturo. Ho chiamato questo disco Incredibile anche perché volevo fosse qualcosa che nessuno si aspettasse.

Progetti per il tour?
In realtà non c’è ancora nulla di definito, inizierà ad ottobre. Mi piacerebbe fare un paio di date tipo Moreno + Special Guests e avere tutti gli ospiti del disco al mio fianco!

Commenti

Commenti

Condivisioni