Interviste

Noemi “idealista consapevole” nel nuovo album Cuore d’artista

noemi-nuovo-album-2016-cuore-d-artista
di Silvia Marchetti
Foto di A. Pizzicannella

Sorride, Noemi. E ne ha tutti i motivi. Perché il Festival di Sanremo si avvicina (sarà in gara per la quarta volta, più agguerrita che mai), ma soprattutto perché con il suo nuovo album di inediti Cuore d’artista è pronta a svelarci una Veronica inedita. «Sì, sono cambiata» confessa la cantante romana in conferenza stampa a Milano «Oggi sento di essere più matura, coraggiosa e decisa. So finalmente cosa voglio e cosa non voglio, sia in ambito professionale che personale. Mi piace definirmi un’idealista consapevole, perché vivo e scelgo secondo le mie regole ma con realismo». Il 12 febbraio uscirà per Sony Music un disco speciale, ricco di importanti collaborazioni, che non parla solo d’amore ma di temi diversi, mostrando tutte le sfumature della sua interprete. «Cuore d’artista è un’insegna che precede l’ingresso nella casa dei sogni. È il bisogno di tornare alle origini, di aprire il mio cuore e di cantare» ha rivelato la cantante romana.

FOSSATI, SANGIORGI, CURRERI
Prodotto da Celso Valli e realizzato nell’arco di tre mesi presso lo storico studio Fonoprint di Bologna (dove sono transitati Vasco, Dalla, Carboni, solo per citarne alcuni), il quarto album di Noemi sembra quasi distaccarsi, per tematiche e sonorità, dai precedenti lavori (Sulla mia pelle, Rosso Noemi e Made In London). «E’ un disco vero e sudato, diverso anche rispetto a ciò che si sente in giro. Mi sembra che escano sempre più spesso album preconfezionati, molto simili tra loro. Io ho cercato di andare oltre, di tornare alla musica suonata, per questo ho registrato i brani in un luogo magico, affidandomi ad artisti straordinari e a un’orchestra ricca di archi». Noemi parla con grande orgoglio del brano che Ivano Fossati ha scritto per lei: «Un onore poter cantare un suo pezzo. So che lui scrive per pochissimi. Siamo stati a pranzo insieme, a casa sua. Credo che durante quell’incontro abbia capito chi è davvero Noemi e abbia deciso di farmi questo enorme regalo. Ne è uscita Idealista!, una canzone che racconta la mia anima libera e che mi rappresenta al cento per cento». Fammi respirare dai tuoi occhi è, invece, opera di Giuliano Sangiorgi, un pezzo veloce e ritmato, forse il più internazionale dell’intero disco. E poi c’è Gaetano Curreri, amico e collega che ha accompagnato Noemi in questo viaggio musicale: «Ha messo lo zampino in diversi brani, soprattutto in Veronica guarda il mare, ultima traccia del disco».

CANZONI COME SPECCHI
Nove perle, tra cui un paio di ballad che si alternano a canzoni più energiche. «In Cuore d’artista ho voluto inserire canzoni che possano riflettere, come fossero specchi, non soltanto la Veronica di oggi, ma anche tutte le persone che le ascoltano. Ad esempio, Devi essere forte, scritta dal giovanissimo e talentuoso Gerardo Pulli, è una specie di bussola in cui credo che tutti quelli della mia generazione, i trentenni in particolare, possano utilizzare per orientarsi e trovare la propria strada. Ragazzi, ci siamo divertiti e dobbiamo continuare a farlo, ma ricordiamoci di prendere con serietà il mondo che ci circonda», consiglia l’artista. Nella tracklist del nuovo album di Miss Scopelliti spiccano Mentre aspetto che ritorni («il brano più pop del disco»), I Love U (testo della stessa Noemi, sound r’n’b anni ’60/’70) e Amen (della camaleontica Federica Abbate e Cheope, impreziosita di note rock e sapori tribali).

TRA LONDRA E L’ITALIA
«Cuore d’artista segna il mio ritorno alle origini, all’Italia, al pop e alla musica live. Dopo il periodo londinese, in cui mi sono divertita a cercare e a sperimentare nuovi sonorità, sono tornata a casa. Sentivo il bisogno di altre sfaccettature, di scoprirmi totalmente e di avvicinarmi al cantautorato italiano. Anche la copertina di questo nuovo disco mostra questa urgenza». Lo scatto di Alessio Pizzicannella, in effetti, ritrae una Veronica bella e seducente, sicura di sé e del percorso che sta affrontando. «Ho 34 anni, credo sia giunto il momento di raccontarmi a tutto tondo, senza filtri».

SANREMO, TOUR E…
«Al festival porto un brano scritto da Marco Masini, La borsa di una donna. Il testo descrive le emozioni, i difetti, le fragilità, i sentimenti che rendono uniche e irripetibili le donne. È una coccarda che metto al petto, una bella sfida su un grosso palco. Sono felice di portare a Sanremo un brano non d’amore. Alla mia età è giusto parlare anche di altro». E dopo la kermesse ligure? «Intanto spero di essere tra i sopravvissuti del festival (ride, ndr). Scherzi a parte, credo che nei prossimi mesi mi concentrerò sul tour, ma con molta calma. Non sarò più coach di The Voice perchè non voglio distrazioni. Le esperienze televisive mi hanno insegnato tanto. Mi sono anche divertita. Però voglio dedicarmi completamente alla mia carriera di cantante, ad esibirmi dal vivo, che è la cosa che più amo fare e che mi rende davvero felice».

noemi-nuovo-album-2016-cuore-d-artista

Commenti

Commenti

Condivisioni