Interviste Video

Roger Daltrey, video intervista e live: Tommy è nella mia anima

Il progetto di Roger Daltrey era chiaro fin dal principio: far rivivere, live, Tommy – capolavoro degli Who uscito nel 1969 – a oltre quarant’anni dalla sua pubblicazione. Già, ma perchè? «Quelle canzoni parlano di me, di noi, della mia anima e di quella di tutti, quindi sono sempre attuali». Il cantante, oggi 68enne, ci ha spiegato così la scelta di partire per un lungo tour in cui i brani dello storico disco fossero l’ossatura di uno spettacolo che comprende altro materiale degli Who. Tommy, la parabola di un ragazzo sordo, muto e cieco, messia suo malgrado – oltre ad essere una delle prime opere rock della storia è anche un film, girato nel 1975 da Ken Russell – con Daltrey nella parte del protagonista.

L’incontro con Roger risale alla mattina del 9 marzo, a poche ore dall’esordio italiano dello show, prima di una lunga serie di date nel nostro paese (il 9 marzo al Gran Teatro Geox di Padova, l’11 al Carlo Felice di Genova, il 12 al Colosseo di Torino, il 18 al Teatro Rossetti di Trieste, il 20 al Comunale di Firenze, il 21 e il 23 all’Auditorium Conciliazione di Roma e infine il 24 al Teatro Smeraldo di Milano). Inutile sottolineare quanto il pubblico di Padova, come del resto noi che abbiamo assistito allo spettacolo, sia rimasto incantato da Daltrey – in ottima forma, sia fisica che vocale – e dallo spettacolo intero.

Ad accompagnare Roger Daltrey in questo lungo viaggio, ci sono i No Plan B, nelle cui fila milita Simon Townshend, fratello di quel Pete che è l’altra colonna portante degli Who. «È fantastico vedere Roger che porta in tour Tommy – ha dichiarato il chitarrista – con la sua band. Il mio cuore e il mio spirito sono con loro e Roger ha il mio totale appoggio. Ha messo in scena una versione eccezionale di Tommy, utilizzando la sua fedele rappresentazione del lavoro originale come ossatura di uno spettacolo che comprende anche altro. È meraviglioso sentire come lui e la sua nuova band hanno saputo interpretare le canzoni degli Who».

Ecco la scaletta dello spettacolo:  Overture, It’s a Boy, 1921, Amazing Journey, Sparks, Eyesight to the Blind, Christmas, Cousin Kevin, The Acid Queen, Do You Think It’s Alright?, Fiddle About, Pinball Wizard, There’s a Doctor, Go to the Mirror!, Tommy Can You Hear Me?, Smash the Mirror, Sensation, Free, Miracle Cure, Sally Simpson, Welcome, Tommy’s Holiday Camp, We’re not Gonna Tke it/”See me, Feel me/Listening to You, I Can See For miles, The Kids Are Alright, Behind Blue Eyes, The Way It is, Days of Light, Gimme a Stone, Who Are you, My Generation/Mannish Boy, Young Man Blues, Baba O’ Riley, Without Your Love.

Clicca qui per guardare le foto del concerto di Roger Daltrey.

Commenti

Commenti

Condivisioni