Notizie

5 buoni motivi per andare a sentire un concerto a Postepay Sound Parco Gondar

5-buoni-motivi-per-andare-a-sentire-un-concerto-a-postepay-sound-parco-gondar
di Laura Ritagliati
Foto di Luigi Rizzo

Si sa, con l’arrivo della bella stagione si moltiplicano le opportunità di ascoltare della buona e sana musica dal vivo. Estate non è solo sinonimo di vacanze – magari in qualche spiaggia dorata con l’acqua cristallina – ma anche di concerti e rassegne. C’è un festival che bene riassume questi due aspetti e il suo nome è Postepay Sound Parco Gondar, un vero paese dei balocchi per gli amanti della musica e del bel mare. Di seguito vi raccontiamo perché, questa estate, vale la pena farci un salto.

LINE UP DA URLO
Partiamo con l’aspetto che ci è più a cuore: la musica. Da sette anni a questa parte, infatti, Parco Gondar è l’unico parco tematico nel sud Italia che abbia ospitato grandi artisti nazionali e internazionali, da Major Lazer agli Skunk Anansie, passando dai Subsonica e J-Ax, fino a Chemical Brothers e Steve Aoki. E anche quest’anno a Postepay Sound Parco Gondar ce n’è per tutti i gusti. In una line up di tutto rispetto spiccano nomi del calibro di Paul Kalkbrenner – dj e producer tedesco da anni punto di riferimento della scena elettronica mondiale – la super star David Guetta – che presenterà il nuovo singolo colonna sonora di Uefa Euro 2016 This One’s For You! – e i Prodigy, gruppo inglese che ha rivoluzionato la musica degli anni ’90.

SALENTO, LU SULE LU MARE LU IENTU
Anche grazie al ricco calendario di eventi e iniziative, il Salento è una delle mete più gettonate della stagione estiva e Parco Gondar sorge proprio nella capitale della movida salentina, Gallipoli. Situato sul lungomare, è interamente immerso nel verde, sia all’interno (con due grandi aree dove poter fare una pausa all’ombra), che all’esterno (circondato da pinete e macchia mediterranea). In più è a due passi dalle bellissime spiagge e dal mare cristallino. Insomma se volete programmare una vacanza dove potete assicurarvi una bella tintarella di giorno e scatenarvi con i grandi nomi della musica internazionale la sera, Postepay Sound Festival Parco Gondar è quello che fa per voi.

Banner_Poste_Gondar_generico

NON SOLO MUSICA
Il parco è un’ottima location per assistere a concerti dei più disparati generi musicali, ma anche per concedersi una serie di attività dedicate allo svago a 360 gradi: musica, arte e sport, il tutto racchiuso in una piccola cittadella. Quest’anno in particolar modo. La linea di Parco Gondar, infatti,è sempre più improntata verso i grandi festival europei, ricchi non solo di grande musica ma di intrattenimento su più livelli. Alla faccia del Coachella.

MEGLIO DI TINDER
Ai festival, si sa, si conosce un sacco di gente. Anche se avete la voglia di approcciarvi all’altro tipica di un orso delle caverne, non vi risulterà difficile fare nuove conoscenze. Che siate soli, in coppia o in compagnia di amici, durante uno dei tanti concerti in calendario nell’edizione 2016 di Postepay Parco Gondar, farsi nuovi amici (e magari chissà anche qualcosa di più) sarà un gioco da ragazzi. Che sia sui bassi dell’edm di David Guetta o sui sinuosi ritmi della dance hall di Sean Paul o ancora sui beat più duri tipici dei Prodigy, sarà facile rompere gli indugi e lasciarsi andare alla socializzazione.

LIBERARSI DALLO STRESS
Complice la bellezza del parco, il mare a due passi e gli artisti in calendario, comprare un biglietto per uno dei concerti di Postepaysound Parco Gondar sarà meglio fare un abbonamento a un corso di yoga. Liberarsi dallo stress accumulato in un anno di duro lavoro (e relative rotture di palle) non sarà mai stato così facile e divertente. Preparatevi a ballare, saltare e sudare come se non ci fosse un domani. Attenzione a non dare tutto subito: se scoppiate dopo il secondo pezzo passerete una serata peggiore del previsto. Prendetela invece come una buona occasione, oltre che per divertirvi, di lasciarvi alle spalle tutti i problemi e i pensieri accumulati durante l’inverno.

Commenti

Commenti

Condivisioni