Notizie

L’ex batterista degli AC/DC Phil Rudd si dichiara colpevole in aula

ac-dc-phil-rudd-colpevole-processo

Prosegue il processo a Phil Rudd. L’ex batterista degli AC/DC si è dichiarato colpevole in aula di possesso di droga e minacce.

Nuovo capitolo giudiziario nella saga che ha coinvolto a novembre 2014 Phil Rudd, ex batterista degli AC/DC. L’uomo si è dichiarato in aula colpevole di possesso di droga e minacce, dopo che nei mesi scorsi altre accuse a lui rivolte erano cadute durante il dibattimento.

Rudd è stato accusato di aver minacciato di morte un uomo che lavorava per lui e la figlia. Inoltre, durante una perquisizione, la polizia ha trovato a casa sua diverse sostanze illegali. L’artista è attualmente sotto processo in Nuova Zelanda ed è difeso dall’avvocato Craig Tuck, nome celebre da quelle parti per quanto riguarda i processi che vedono coinvolte personalità dello spettacolo.

La sentenza definitiva è attesa per il prossimo 26 giugno. Stando ai recenti sviluppi, Rudd rischia qualche anno di carcere. Se quest’ipotesi si verificasse, la carriera del batterista negli AC/DC potrebbe essersi definitivamente conclusa.

Commenti

Commenti

Condivisioni