Notizie

Amy Winehouse Amy My Daughter nel libro del padre Mitch

Mitch Winehouse racconta – nel libro Amy My Daughter – la sua verità sulle cause che hanno portato alla morte di Amy.

Mitch Winehouse racconta – nel libro Amy My Daughter – la sua verità sulle cause che hanno portato alla morte di Amy. «Mentre mia figlia si trovava in clinica per la riabilitazione ho ricevuto una telefonata dall’ospedale per dirmi che uno degli amici di Blake aveva nascosto della droga all’interno di un orsacchiotto per introdurla nell’ospedale». Mitch va dritto al punto, senza giri di parole e punta il dito sull’ex marito di Amy, Blake Fielder Civil, che secondo lui ha contribuito molto alla rovina della figlia, con l’introduzione della droga all’interno delle strutture in cui la cantante era ricoverata per disintossicarsi.
Infatti, il padre prosegue facendo riferimento al 16 giugno del 2011, quando Amy, vittima di un’altra crisi, viene portata alla London Clinic: «C’erano dei ragazzi a vigilare e si davano i turni.  il giorno dopo ho ricevuto una telefonata da uno di loro per avvertirmi che era arrivato un pacchetto per Amy. Sono saltato sul taxi e ho raggiunto la clinica appena in tempo per vedere un noto spacciatore con un mazzo di fiori per Amy. L’uomo della sicurezza ha controllato il bouquet scovando la cocaina. Amy era impazzita quando ha saputo che avevamo intercettato la droga».
Ad accompagnare il libro, la notizia di una demo inedita di Black To Black: una delle prime registrazioni inedite, prodotta da Mark Ronson, che – così – fa un grande regalo ai fan di Amy, in vista l’anniversario della scomparsa della cantante il prossimo 23 luglio.

Commenti

Commenti

Condivisioni