Notizie

Bastion

(Xbox 360)

Supergiant Games

Genere: Action / RPG

Essere indie – come insegna la musica – non è sempre una sfortuna. A fare da contraltare alla posizione di partenza sfavorevole per quanto riguarda mezzi, risorse disponibili e notorietà, c’è un vantaggio che non va sottovalutato: si può osare molto di più. Come hanno dimostrato diversi giochi arcade (Limbo e Braid su tutti, recensiti su queste pagine) la libertà d’azione spesso dà vita a giochi che riescono a distinguersi dalla massa, stimolando l’immaginazione attraverso disegni e ambientazioni particolari e trame al di fuori dell’ordinario. È questo il caso di Bastion, un titolo a metà tra azione e gioco di ruolo in prospettiva isometrica che a livello grafico e sonoro sfiora la perfezione. La voce calda di un onnipresente narratore ci racconta le gesta di The Kid, eroe sopravvissuto alla cancellazione del mondo, nel suo disperato tentativo di raggiungere Bastion, il luogo che avrebbe dovuto difendere il suo popolo dall’attacco della Calamità. Nel corso dell’avventura – che si svela lentamente con l’avanzare dei livelli – The Kid dovrà creare il suo arsenale, potenziare le armi nella fornace, utilizzare abilità speciali al prezzo di un goccio di whiskey, cercare tesori nascosti e se vuole completare incarichi secondari. Poetico e intriso di mistero, Bastionè un gioco che provoca un’assuefazione forte e positiva; non è affatto un caso che abbia ricevuto voti altissimi da tutte le riviste specializzate del settore e che all’E3 di Los Angeles abbia spopolato in quanto a candidature come miglior gioco dell’anno.

Commenti

Commenti

Condivisioni