Notizie

La lettera di Bob Geldof per la morte della figlia Peaches

bob geldof morte peaches

Dopo la morte della figlia Peaches, Bob Geldof ha rilasciato una lettera comunicato che racchiude tutto il dolore per un lutto tanto improvviso. Leggi le parole del cantante.

Poche parole che racchiudono tutto il dolore di un padre per la morte della figlia. Bob Geldof, il cantante irlandese noto per aver organizzato Live Aid, ha rilasciato un comunicato di poche righe dopo l’improvvisa scomparsa a 25 anni, il 7 aprile 2014, della figlia Peaches.

Geldof non è nuovo ai lutti: a soli 11 anni aveva dovuto affrontare la morte della madre e poi nel 2000 quella, per overdose, della compagna Paula Yates, madre proprio di Peaches. La giovane, che in passato aveva avuto problemi con la droga ma ora sembrava esserne uscita, lascia il marito Thomas Cohen e i due figli Astala e Fedra.

Ecco le parole nella breve lettera scritta da Geldof.

«Peaches è morta. Quel che proviamo è molto più che dolore. Era la più selvaggia, la più divertente, la più intelligente, la più spiritosa e la più matta di tutti noi. Scrivere “era” mi distrugge. La mia bambina bellissima. Come è possibile che non la rivedremo più? Come può essere sopportabile? La amavamo e la ameremo per sempre. Quanto è triste una frase come questa. Tom e i loro figli Astala e Fedra saranno sempre parte della nostra famiglia, così spesso spezzata dal dolore, ma mai distrutta».

Commenti

Commenti

Condivisioni