Notizie

Niente Bon Jovi in Cina, il Governo cancella due date

bon-jovi-concerti-cina-annullati
di Jacopo Casati
Foto di Bon Jovi Club Italia

Il Governo ha cancellato le date dei Bon Jovi previste in Cina nei prossimi giorni. I concerti di Shangai e Beijing del 14 e 17 settembre sono stati annullati senza addurre motivazioni ulteriori. Il promoter degli show AEG Live Asia ha diramato uno scarno comunicato che recita quanto segue:

A causa di motivi imprevisti, annunciamo che i concerti dei Bon Jovi di Shangai del 14 settembre e di Beijing del 17 sono stati annullati. Desideriamo scusarci per l’inconveniente e per la delusione che questa decisione causerà.

La band non ha al momento rilasciato alcuna dichiarazione a riguardo. Nel frattempo sono state bloccate le vendite e le due date sono scomparse dalla schedule presente sul sito ufficiale del gruppo. Non è dato sapere se gli eventi saranno recuperati in un paese vicino. È ovviamente stato predisposto il rimborso di tutti i tagliandi già acquistati.

La decisione del Governo cinese, secondo il Financial Times, sarebbe di carattere politico. I Bon Jovi utilizzarono una foto del Dalai Lama come sfondo durante l’esecuzione di We Weren’t Born To Follow nei concerti del 2010. Il Dalai Lama è visto dal Governo della Cina come un soggetto pericoloso e separatista, favorevole all’indipendenza della regione dell’Himalaya.
Oltre a ciò, nel video che accompagnava il pezzo, apparivano anche parole come Believe, Freedom, Independence e la frase Break The Chains.

Jon Bon Jovi, per preparare a dovere il tour asiatico e in particolare i due concerti a Shangai e Beijing, aveva cantato The Moon Represents My Heart, canzone popolare cinese, in occasione dell’ultimo San Valentino.

Commenti

Commenti

Condivisioni