Notizie

Bruce Springsteen sta lavorando a un nuovo album (ma ne usciranno 13)

Bruce Springsteen progetti futuri album

Il Boss non si ferma mai. Bruce Springsteen ha firmato un nuovo contratto discografico che prevederebbe la pubblicazione di (almeno) 13 nuovi album.

Quattro album in studio, cinque dal vivo, tre box celebrativi e una raccolta di brani inediti. Per un totale di almeno venti nuovi dischi di canzoni. Stiamo parlando di Bruce Springsteen e del suo nuovo contratto con Sony Music, proprietaria di Columbia, la storica etichetta con la quale il Boss firmò per la prima volta nel lontano 1973.

Allora, da dove cominciamo? Come riporta Rockol, negli ultimi giorni c’è stato fermento sui siti, forum e blog dedicati al rocker americano (da BlogItAllNight a PointBlank). Secondo gli informatissimi fan, dai recenti documenti svelati da Wikileaks risultano numerosi contatti tra alti dirigenti Sony Music nei quali si parla dei prossimi progetti dell’artista. Springsteen per concedere la sua firma e la sua musica si sarebbe portato a casa 31 milioni di dollari di anticipo per i prossimi 12 anni (il contratto scadrà nel 2027, quando il Boss spegnerà 78 candeline).

Il punto più importante, per i veri appassionati, è sapere che Bruce (com’era da immaginarsi) avrà totale controllo e autonomia artistica su ogni suo nuovo lavoro. Ma siccome anche l’acquolina si fa sentire e la gola (metaforicamente) è un peccato cui è facile cedere, ecco che numerose novità sulle prossime pubblicazioni di Springsteen sarebbero state svelate. Meglio usare il condizionale, perché a onor di cronaca è bene precisare che non è stato rilasciato per ora nessun commento dalle parti coinvolte.

Album in studio – Nei prossimi 12 anni è prevista l’uscita di quattro nuovi album di inediti con, sembra, una pausa tra l’uno e l’altro di almeno un anno o un anno e mezzo. Si tratta di una clausola probabilmente legata alla scelta di Springsteen di pubblicare gli ultimi quattro album in studio nell’arco temporale di soli sei anni. Se sono vere anche altre indiscrezioni trapelate negli ultimi mesi, il primo potrebbe vedere la luce nel 2016.

Album live – Altro discorso interessante è quello delle incisioni dal vivo. Come ogni vero fan di Bruce sa, il Boss dà il meglio di sé sul palco. Ecco perché sapere che altri cinque album live potrebbero essere dati alle stampe (o allo streaming) è una cosa che fa piacere a tutti i fan. Perché il significato è evidente: cinque registrazioni dal vivo equivalgono a cinque tour. Magari non tutti in anni futuri, perché potrebbe esserci la sorpresa di un paio di concerti pescati dal passato (come quelli, peraltro stupendi, che Springsteen ha già iniziato a vendere in formato digitale sul suo sito), ma almeno tre tour ci dovranno essere.

Raccolta di inediti – Dopo che nel 1998 Bruce diede alle stampe Tracks, una raccolta con quattro cd di inediti e rarità, sembra che sia nei progetti anche una seconda pubblicazione di questo tipo, che raccoglierà probabilmente materiale simile dedicato agli ultimi 20 anni. Abbastanza di che riempire tre o quattro dischi, secondo i documenti pubblicati da Wikileaks. E se già la precedente raccolta aveva stupito per la qualità delle canzoni (cosa rara per quanto riguarda i box di inediti), c’è da immaginare che Tracks 2 non sarà da meno, perché il Boss non ha mai fatto uscire nulla dai suoi archivi senza esserne convinto.

Box celebrativi – Veniamo al capitolo più corposo. Non si è un fan di Springsteen se non si conosce a memoria la sua discografica. Ma un vero fan del Boss sa anche perfettamente che nella carriera ormai ultra quarantennale del rocker, sono cinque gli album, uno consecutivo all’altro e incisi nell’arco del decennio 1975-1985, che hanno meritato lo status di capolavoro. Si tratta di Born To Run, Darkness On The Edge Of Town, The River, Nebraska e Born In The USA. Il contratto con Sony prevede per gli ultimi tre un trattamento analogo ai primi due. Si parla, naturalmente, di tre cofanetti celebrativi per The River (box da tre dischi), Nebraska (box da due dischi) e Born In The USA (box da tre dischi).

Qui le speculazioni possono essere numerose, perché quello fu il periodo di più fervida creatività di Bruce, che lasciò fuori da quei tre album canzoni poi amate dai fan nelle loro versioni dal vivo e già pubblicate in Tracks. Non solo, vista la composizione dei due cofanetti dedicati a Born To Run e Darkness, si può anche pensare che ogni box set conterrà, oltre al disco originale rimasterizzato (ognuno dei quali è stato peraltro recentemente pubblicato in un unico cofanetto multiplo), degli inediti e almeno un concerto.

Per i primi la mente di molti fan va alle Nebraska Sessions, cioè alle prove di registrazione dell’album Nebraska fatte da Bruce con la E Street Band, prove che non videro mai la luce, perché l’album uscì poi come primo lavoro acustico e solista (da un punto di vista strumentale) di Bruce. Le Nebraska Sessions sono il Sacro Graal di ogni vero (e folle) fan di Springsteen e anche se sono reperibili in versione bootleg, è chiaro che una pubblicazione ufficiale farebbe felici moltissimi appassionati.

Per quanto riguarda i live, invece, i fan italiani spereranno nell’uscita ufficiale dello storico concerto di San Siro del 1985, la prima folgorante esibizione del Boss in Italia, ma grande interesse c’è per un qualunque live della tournée ’80/’81, considerata da molti l’apice di Bruce in concerto (comprare, scaricare e ascoltare il concerto del 31 dicembre 1980 appena pubblicato da Springsteen sul suo sito per credere).

Anche se a logica il primo a uscire dovrebbe essere proprio quello dedicato a The River, se si considera che proprio nell’autunno di quest’anno lo storico doppio Lp del Boss compirà 35 anni e che è il terzo in ordine cronologico dopo Born To Run e Darkness, dai documenti trafugati sembrerebbe che entro il 2015 tocchi a Born In The USA, mentre The River dovrebbe aspettare fino al 2017 e Nebraska addirittura fino al 2024 (anche se il suo anniversario sarebbe due anni prima). Ma non si tratta di nulla di ufficiale e i piani, ammesso che siano originali, potrebbero essere cambiati.

Commenti

Commenti

Condivisioni