Notizie

Bruce Springsteen, discorso e live al SXSW 2012

Si è conclusa ieri, 18 marzo, l’edizione 2012 del South By Southwest, uno dei più importanti festival musicali (e non solo) del mondo che dal 1987 si svolge ad Austin, Texas. Tantissimi i concerti nei molti palchi allestiti, ma le attrazioni non sono state solo “suonate”. Uno dei momenti chiave della settimana è stato il discorso che Bruce Springsteen ha tenuto davanti ad una folla entusiasta (15 marzo). Tanti i passaggi chiave di uno speech che si è concentrato sull’evoluzione della musica popolare, da Woody Guthrie ai supporti digitali, e sul senso stesso che questo genere ha assunto nel corso del tempo.

«Nel 1964, quando ho preso in mano la chitarra – ha esordito il Boss dopo aver scherzato sull’orario in cui era fissato l’incontro – non c’erano tutti questi gruppi. C’erano solo dieci anni di musica rock da cui attingere. Pensate, è come se tutta la musica pop fosse solo quella prodotta dal 2002 a oggi. È incredibile e affascinante vedere che cosa è successo alla musica che ho amato per tutta la vita». Prima di chiudere il suo discorso, Springsteen si è rivolto con calore a tutti i giovani musicisti: «Coltivate la contraddizione che è in voi: se non vi renderà pazzi, vi farà più forti. Rimanete duri, affamati e vivi. E ricordatevi che è solo rock and roll».

(Clicca in alto a destra per la traduzione completa del discordo di Bruce Springsteen – pag.2)

Naturalmente la presenza di Bruce Springsteen non poteva limitarsi alle sole parole. Il Boss ha naturalmente suonato e cantato, trovando il tempo di rendere omaggio a Woody Guthrie – quest’anno ricorre il centenario della nascita dell’artista simbolo del folk americano, Maestro di tutti i rocker americani, da Dylan e Springsteen stesso – cantando la sua This Land Is Your Land, che molti considerano il vero inno nazionale a stelle e strisce. Sul palco con il Boss, Eric Burdon (leader degli Animals), Tom Morello (chitarrista dei Rage Against The Machine e degli Audioslave) e gli Arcade Fire.

Commenti

Commenti

Condivisioni