Notizie

Aspettando Roma, cosa sta suonando Bruce Springsteen in Europa

bruce-springsteen-europa-2013

Mancano pochissimo al concerto di Bruce Springsteen a Roma (11 luglio), quarta e ultima data del Boss in Italia quest’anno. Per ingannare l’attesa, diamo un occhio alle scalette delle date europee del tour 2013 .

Guardando le recenti apparizioni a Ginevra e le due intensissime date tedesche di Mönchengladbach e Lipsia, si nota come Bruce stia proponendo una serie di chicche assolute, pescando brani raramente suonati prima d’ora, se non proprio mai eseguiti. Ma si sa, la E-Street Band è capace di improvvisare all’occorrenza, le sign request arrivano subito all’inizio degli show e non c’è troppo tempo per accordare gli strumenti e partire.

Chi ha già seguito i concerti di Milano, Padova e Napoli, guarda con ansia all’appuntamento dell’11 luglio all’Ippodromo delle Capannelle: l’audience si divide sostanzialmente tra chi si aspetta qualcosa di indimenticabile (come per esempio l’esecuzione dell’album Darkness On The Edge Of Town), a chi teme al contrario una scaletta standard per andare sul sicuro (che va comunque bene visto che uno show del Boss è sempre bellissimo, per definizione) come già accaduto a San Siro con il popolarissimo Born In The USA proposto per intero.

Di certo molti avranno rosicato vedendo pezzi come Frankie, One Way Street, Point Blank, Man’s Job, Roulette, Lucky Town, Back In Your Arms e le cover Shake, Rattle and Roll e You Can Never Tell suonati in città non certo famose per ospitare eventi memorabili di Springsteen. Lo show di Roma tuttavia è comunque imperdibile perché rappresenta l’ultima possibilità (fino al prossimo giro s’intende) per assistere allo spettacolo di uno dei più grandi performer live di ogni tempo.

Back In Your Arms

You Never Can Tell

Frankie

Jackson Cage

Commenti

Commenti

Condivisioni