Notizie

Cesare Cremonini sul nuovo album: «È molto importante per me e vorrei fosse grande per voi»

cesare-cremonini-nuovo-album-grande
di Francesca Vuotto
Foto di Francesco Prandoni

Dopo mesi di silenzio sui social, che solitamente usa per un dialogo continuo e diretto con i fan, Cesare Cremonini è tornato a parlare per raccontare quello che sta facendo in questo periodo di pausa dalle scene. Come ormai ben sanno i numerosissimi che lo seguono da ogni parte d’Italia, si sta dedicando alla scrittura del nuovo album, confermando la volontà di rientrare in studio di cui aveva dato notizia in conclusione di tour a fine 2015.

Con l’inizio del 2016 aveva assicurato di essersi messo all’opera e con l’esaustivo messaggio postato nella notte svela come sta lavorando e il posto che occuperà il prossimo disco nel suo cuore di artista. «…so che il prossimo album è un album molto importante per me, e vorrei che fosse grande per voi. Sarà sicuramente il mio ultimo di inediti prima di compiere vent’anni di carriera. Ho fatto le corse come un matto per arrivare fin qui, tanto che se mi volto indietro è più il tempo che ho vissuto di musica che di altro, quindi penso sia più che doveroso fare il massimo per creare qualcosa che resti». I fan hanno quindi, ancora una volta, il permesso di aspettarsi grandi cose dal cantautore bolognese, che non ne ha sbagliata una dai tempi dei Lunapop.

Il suo percorso è costellato di successi – sia sul fronte degli album che su quello dei live -, successi che riflettono una maturazione artistica profonda e continua in cui il suo pubblico ha saputo seguirlo. «Le canzoni oggi più che mai sono la cosa più importante per me. Mi meraviglia scoprirlo ancora, dopo tanti anni, ma è una scoperta che faccio ogni volta che riapro il giardino dove le raccolgo, e sembra che coltivarle, crescerle, e portarle a voi sia ancora la mia ragione d’esistere. Bene così, perché solo se è questo quello che provi, sei pronto a fare un album per questo tempo strano… Compongo e mi diverto. Mi diverto e compongo». Non solo canzoni però, i fan non disperino. La dimensione dei concerti resta fondamentale per Cesare, che è ben consapevole di quanto siano imprescindibilmente legate composizione e dimensione live. «I concerti mi mancano, ma tutto nasce sempre da qui» scrive nel post scriptum finale.
Buon proseguimento Cesare, noi ti aspettiamo!

Commenti

Commenti

Condivisioni