Notizie

Secondo i Coldplay «il rock è finito, non c’è più niente da dire»

coldplay-il-rock-e-finito

Parlando con il Telegraph del loro nuovo album, i Coldplay sono finiti a ragionare della musica in generale e a decretare la definitiva morte del rock. A dare la loro visione non edulcorata del mondo della musica attuale ci ha pensato il bassista Guy Berryman, che senza mezzi termini ha affermato: «Ci sono già troppe cose terribili là fuori, espressione di un modo di fare rock agghiacciante. Credo che non ci sia più niente da aggiungere».

E quindi che futuro può esserci? «Il futuro della musica sono suoni nuovi e nuovi modi di usare le voci, abbiamo voluto aggiungere questo alla nostra palette di colori» ha spiegato Chris Martin, entrando nel merito di come hanno lavorato per il nuovo disco A Head Full Of Dreams, fermo restando, ci ha tenuto a precisare il frontman, che i Coldplay non sono una rock band. «Nessuno ci metterebbe mai nella top 10. Abbiamo fatto del rock forse una volta, per 10 minuti».

Però, anche se non fanno rock, lui e i suoi compagni – dall’alto dei loro milioni di copie vendute in tutto il mondo – potrebbero ben a ragione fare la vita da vere rockstar, quelle di una volta. Ma non è questo che interessa loro: «Uno dei vantaggi della nostra generazione consiste nella possibilità di vedere come è andata a finire per gli altri. Chi ha fatto vita da rockstar alla vecchia maniera ha vissuto alla grande, ma è stato davvero felice? Questo ha davvero contribuito a rendere grande la musica? Io non mi vergogno del mio successo, ma non ho bisogno del Rolex d’oro» ha raccontato sempre Martin, lui che ama stare in mezzo alla gente e andare in giro in metropolitana senza nascondersi, anche a costo di sentirsi dire «sono stufo di vederti sul mio giornale ogni fottuta mattina», come gli è capitato di recente.

Commenti

Commenti

Condivisioni