Notizie

Come funziona Netflix in Italia

Come funziona Netflix in Italia

Il più celebre servizio di cinema e tv on demand da ottobre arriva finalmente in Italia e rende disponibile il proprio sterminato catalogo in tre diversi abbonamenti. Dal tempo dei “vecchi” Dvd fino alla produzione di film e serie acclamati in tutto il mondo: genesi di una rivoluzione. Tratto da Onstage n. 79 di settembre-ottobre 2015

Era tutto cominciato con la spedizione di Dvd via posta e ora sta conquistando pc e tv in oltre 50 Paesi del mondo. L’ormai leggendaria epopea di Netflix sbarca anche in Italia, con il più celebre servizio di cinema e tv on demand finalmente disponibile anche da noi a partire dal 22 ottobre. L’azienda fondata da Reed Hastings e Marc Randolph ha una storia di successo che comincia nel 1997, quando offriva un abbonamento mensile che consentiva di tenere i dvd quanto si voleva senza limiti di tempo. Un successo enorme che portò Netflix in borsa nel giro di cinque anni.

Poi l’intuizione ancor più geniale: smarcarsi dal supporto fisico e passare a un servizio di streaming online. Ulteriore e decisivo passo, la decisione di non accontentarsi della semplice distribuzione di contenuti prodotti da altri. Da qui la trasformazione in produttore televisivo di primissima grandezza, in grado di fare concorrenza ai principali network americani. «Perché oggi l’unico modo per controllare i diritti globali di un programma è produrlo in prima persona», ha spiegato Hastings. House of Cards e Orange Is the New Black hanno fatto da apripista a un palinsesto ormai sempre più ricco e di successo che va da Sense 8, la serie fantascientifica dei fratelli Wachowski, ad Aquarius, il thriller con David Duchovny nei panni di Charles Manson, fino al recente e strategico mega accordo con la Marvel per portare sul piccolo schermo quattro show su supereroi minori (il primo, di qualità eccelsa, è stato quello su Daredevil). Non solo. L’ultima mossa di Netflix è stata quella di mettersi a produrre anche film ad alto budget. È il caso di Beasts of No Nation, diretto dall’acclamato regista della prima serie di True Detective, Cary Fukunaga, e recentemente in concorso alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Netflix è già disponibile da tempo, oltre che negli Usa, in tutto il Sudamerica e in Canada, Gran Bretagna, Francia, Germania, Australia, Giappone e vari altri Paesi tra i quali anche Cuba per un totale di più di 60 milioni di abbonati. Finalmente tocca anche all’Italia, che finora era stata esclusa dall’espansione del servizio on demand anche e soprattutto a causa della scarsa diffusione della banda larga. La banda minima richiesta per accedere ai contenuti è di 0,5 Mbps, anche se si raccomanda di averne una da almeno 1,5 mega per accedere alla qualità standard (SD). Per arrivare a ottenere l’alta definizione servono invece da 3 a 7 Mbps. Un lusso che non tutti in Italia possono permettersi, anche se si spera che lo sbarco di Netflix possa contribuire ad accelerare il processo di diffusione della banda larga.

L’offerta è divisa in tre pacchetti, diversi tra loro per qualità dello streaming e numero di accessi contemporanei alla piattaforma. Il pacchetto base garantisce qualità standard e un solo accesso al catalogo per volta e costa 7,99 euro al mese. Con due euro in più si può avere a disposizione il pacchetto intermedia con qualità Full HD e permette l’uso simultaneo del servizio a due utenti diversi. Per ottenere il pacchetto “élite” bisogna mettere sul piatto 11,99 euro al mese. La qualità dello streaming sale fino a 4K e si hanno a disposizione fino a quattro accessi contemporanei. L’offerta prevede infatti che i contenuti siano disponibili agli abbonati su qualunque dispositivo. Netflix sarà disponibile, oltre che online e su smartphone, anche su tutti i modelli di smart tv prodotti negli ultimi 18 mesi, sulle ultime console, su Apple Tv, Firestick, Chromecast e TIMvision.

Un nuovo metodo di fruizione che ha rivoluzionato l’entertainment domestico: niente spot pubblicitari, possibilità di mettere in pausa, prodotti di qualità e stagioni di serie tv pubblicate tutte in una volta. Nel catalogo non ci saranno House of Cards e Orange is the New Black, già trasmesse in Italia da altre emittenti. Spazio però a tutte le altre produzioni originali, da Daredevil a Sense8, da Marco Polo all’acclamata Narcos. Ma l’elenco, tra serie tv e film, è davvero interminabile. Le possibilità e i metodi di visione sono innumerevoli. Nella speranza che la banda si allarghi un pochettino.

Commenti

Commenti

Condivisioni