Notizie

Come sarà la seconda stagione di Gomorra

Seconda stagione Gomorra

Che sia stato un grande successo lo dicono i numeri: oltre 1 milione di telespettatori a puntata per una fiction che è stata venduta in oltre 100 paesi, per la gioia di Sky Atlantic, Cattleya e Fandango – produttori della serie ideata da Roberto Saviano. Per non parlare dei premi e dei riconoscimenti ricevuti, in Italia e all’estero. Probabilmente sarebbe bastato anche meno per convincere chi ha scritto e progettato la fiction a continuare l’avventura: in ogni caso, sono cominciate in Germania le riprese della seconda stagione di Gomorra, che vedremo sul piccolo schermo nel 2016.

Non mancheranno novità e sorprese. Intanto, come si intuiva alla fine della prima stagione, Pietro Savastano è evaso dal carcere ed è pronto a riprendere il controllo del suo clan. Ma suo figlio Genny è ancora vivo, scampato all’imboscata tesagli da Conte, e non ha nessuna intenzione di tornare nell’ombra dopo aver retto la baracca da solo per molto tempo. E Ciro? Continua a tramare, alla ricerca di quel potere al quale ha sempre ambito e che ancora non è riuscito a ottenere.

Salvatore Conte invece aspetta una risposta dai boss dei clan un tempo vicini ai Savastano. Sul finire della prima serie aveva proposto loro di formare una nuova alleanza in cui tutti avrebbero avuto lo stesso peso. Un alleanza su cui Conte, grazie alla sua forza e al suo carisma, farà di tutto per imporre la sua egemonia. Ci sono Malamò e uno sparuto gruppo di “soldati” rimasti fedeli ai Savastano, che ora vivono asserragliati in un pugno di case, apparentemente condannati a morire soffocati dalla nuova alleanza, qualunque essa sia. Aspettano Don Pietro, fedeli fino alla morte.

Ma non è tutto, nella seconda stagione emergono nuovi personaggi, pronti alla lotta per il controllo del territorio. Figure femminili in particolare, tra cui Patrizia (Cristiana Dell’Anna), carattere forte e un passato difficile. Rimasta orfana giovanissima ha dovuto abbandonare la scuola per crescere da sola i fratelli più piccoli. Oggi è apprezzata capocommessa nel negozio di moda dove si servono tutte le donne più in vista di Secondigliano. Un posto speciale, dove un orecchio attento può raccogliere, nelle chiacchiere tra clienti, informazioni preziose. Esattamente quello di cui ha bisogno suo zio, Malamò, luogotenente di Pietro Savastano.

E Annalisa, detta “Scianel” (Cristina Donadio), la reggente dell’importante piazza di spaccio un tempo appartenente a suo fratello Zecchinetta, il boss ucciso dai ragazzini di Genny nella prima stagione. Il carattere ruvido e diffidente, unito ad un’intelligenza istintiva e quasi “animale”, le conferiscono una decisa capacità di comando. Un comando che Scianel esercita senza scrupoli in modo duro e spietato.

Non sarà facile bissare il successo della prima stagione, ma le premesse perché i nuovi episodi di Gomorra siano avvincenti ci sono tutte. Molto dipenderà dalla scrittura di Stefano Bises, Leonardo Fasoli, Ludovica Rampoldi e Maddalena Ravagli e dalla regia di Stefano Sollima, Claudio Cupellini, Francesca Comencini, Claudio Giovannesi. Aspettiamo fiduciosi.

Commenti

Commenti

Condivisioni