Notizie Speciali

Compleanno Bob Dylan 71 anni per il Menestrello rock

Oggi, 24 maggio, è il compleanno di Bob Dylan. Il Menestrello rock nasceva 71 anni fa (è nato a Duluth, nel 1941), vent’anni prima che cominciasse la sua carriera

Compleanno Bob Dylan 71 anniOggi, 24 maggio, è il compleanno di Bob Dylan. Il Menestrello rock nasceva 71 anni fa (è nato a Duluth, nel 1941), vent’anni prima che cominciasse la sua carriera. Il momento iniziale della sua parabola artistica è datato 11 aprile 1961, quando il non ancora ventenne Robert Allen Zimmerman si esibiva nel Greenwich Village a Manhattan presentandosi per la prima volta con lo pseudonimo ispirato al poeta di origine scozzese Dylan Thomas.

Chitarra acustica e armonica a tracolla, all’inizio degli anni Sessanta Bob incarnava il perfetto folk singer, una delle tante maschere che ha indossato (e di cui poi si è liberato) durante i numerosi atti di quella straordinaria commedia che è stata ed è la sua vita. Un’opera pirandelliana, come l’ottimo Todd Haynes – con Io non sono qui, pellicola del 2007 – ha egregiamente raccontato affidando le diverse fasi della carriera di Dylan all’interpretazione di attori differenti (tra cui Christian Bale e Richard Gere) e persino di una donna, l’affascinante Cate Blanchett. Quale tra loro ha meglio fotografato il soggetto del biopic? Tutti e nessuno, perché Bob vive in tutte le sue rappresentazioni, non esiste un Dylan autentico, originale.

È in questo senso che va letto l’ultimo Dylan? Vecchio nella presenza oltre che nell’età (a maggio compirà settant’anni) scontroso, cinico e violento stupratore dei suoi pezzi storici, Bob da molti anni ormai si trascina in giro per il mondo di concerto in concerto – il folle progetto del Neverending tour – con la voce sempre più roca, l’andatura dimessa, in location e spazi sempre più piccoli (a giugno del 2011 ha suonato all’Alcatraz di Milano, club da non più di 3000 posti). Quale conclusione per questa ultima messa in scena? Quale la fine di questa parabola? Probabilmente l’annientamento artistico, quel “nessuno” che Dylan non ha ancora mai interpretato. Ma che, come tutte le altre maschere, è in grado di vestire con la stessa nonchalance. How does it feel, Bob?

Twitter: @DanieleSalomone

Commenti

Commenti

Condivisioni