Notizie

Concerto dei FUN. a Milano: esauriti i biglietti

FUN. arrivano fra poco in Italia, all’Alcatraz di Milano, il 18 ottobre, ma se non vi siete ancora mossi per i biglietti vi diamo una brutta notizia…

Sold out il concerto dei FUN. a Milano

concerto fun milano bigliettiI FUN., che hanno scalato le vette di tutte le classifiche con i singoli We Are Young e Some Nights, arrivano fra poco in Italia, il 18 ottobre, per un unico concerto andato sold out a due settimane dall’evento. L’entusiasmo dei fan fa da contraltare ad un esorbitante successo riscosso in tutto il mondo che è stato coronato recentemente dalla candidatura ai prossimi MTV European Music Awards nelle categorie Best Song, Best New e Best Push (clicca qui per tutte le nomination).

We Are Young, a cui ha collaborato Janelle Monae, in Italia ha ottenuto come singolo il doppio disco di platino, ha occupato a lungo la posizione #2 della classifica dei brani più venduti ed è indiscutibilmente uno dei maggiori successi radiofonici del 2012, ricalcando le orme del trend internazionale, e anche il secondo singolo Some Nights, che fa da titletrack all’album uscito il 22 maggio, non è da meno. I fortunati che sono riusciti ad aggiudicarsi il biglietto per l’unico appuntamento live che la band regala al pubblico italiano se lo tengano ben stretti perchè non c’è più nemmeno l’ombra di un ticket e le casse dello storico locale milanese resteranno chiuse la sera del 18 ottobre (clicca qui per i dettagli).

 

 

Produttore dei FUN. è il leggendario Jeff Bhasker (Alicia Keys e Kayne West), che il cantante Nate così ricorda al loro primo incontro: “Jeff non è stato molto.. come dire… caloroso. Aveva lavorato al disco di Beyoncè tutto il giorno, e le vibrazioni che mi arrivavano erano davvero di chiusura nei miei confronti…ma sia ringraziato il cielo per l’ alcool. Siamo finiti con l’andare d’accordo e visto che ero brillo e completamente senza vergogna, ho deciso di cantargli quello a cui stavo lavorando. E gli ho cantato il ritornello di We Are Youngin modo abbastanza sguaiato e stonato. E lì ho scoperto che a Jeff succede questa cosa quando qualcosa lo eccita: gli occhi gli brillano ed è come se le sue orecchie si muovessero verso il punto più alto della nuca.. Mi ha detto ok, dobbiamo lavorare insieme”. E continua: “Jeff ci ha spinto a forza oltre ogni limite. Ci ha aiutati a fare qualcosa di molto più grande di quello che avremmo mai potuto fare da soli”.

Commenti

Commenti

Condivisioni