Home Notizie

Concerto Italia Loves Emilia a Campovolo, il racconto della serata

Italia Loves Emilia, il mega concerto del Campovolo di Reggio Emilia sabato 22 settembre 2012 si è svolto davanti a 150.000 persone. Tutti uniti per raccogliere fondi da destinarsi alla ricostruzione di una o più scuole.

Concerto Italia Loves Emilia CampovoloItalia Loves Emilia, il mega concerto del Campovolo di Reggio Emilia sabato 22 settembre 2012 si è svolto davanti a 150.000 persone. Tutti uniti per raccogliere fondi da destinarsi alla ricostruzione di una o più scuole: è stato lo stesso governatore della Regione Emilia Romagna, Vasco Errani, a indicare come prioritario questo obiettivo. L’intero incasso del concerto, a cui gli artisti partecipano senza percepire alcun compenso, così come quello derivante dalla vendita di CD e DVD, sarà impiegato a favore della causa. Come si legge sul sito ufficiale di Italia Loves Emilia, a sostenere i costi e a contribuire con ulteriori fondi, saranno alcune tra le più importanti realtà dell’industria privata italiana. Siamo orgogliosi di comunicare che Onstage è partner ufficiale dell’evento – unico magazine presente a Campovolo – e partecipa attivamente contribuendo alla raccolta fondi di Italia Loves Emilia.

Dopo il grande successo del concerto del 25 giugno scorso allo stadio Dall’Ara di Bologna (guarda le foto), in questo secondo appuntamento si è riunita una grande lineup: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Ligabue, Litfiba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Renato Zero e Zucchero sono gli artisti che, senza percepire compenso, si sono esibiti per testimoniare la loro solidarietà e dare il loro contributo alla causa. Laura Pausini è stata costretta a rinunciare all’ultimo a causa della gravidanza. È incinta di 6 mesi e i medici le hanno sconsigliato di salire sul palco.

Il super concerto è iniziato alle 20:00 per poi terminare alle 00:15: quattro ore di musica dense e senza soste, favorite dall’utilizzo alternato dei due stage attaccati (guarda le foto). Molti momenti emozionanti e un ritmo elevato, grande coinvolgimento per una di quelle serate che entrano di diritto nella storia della musica del nostro Paese. Si intuisce sin dal primo duettoZucchero insieme a Elisa, Fiorella Mannoia e Jeff Beck, che assisteremo a qualcosa di importante: i vocalizzi conclusivi tra Sugar e la piccola grande Eli lasciano di stucco anche Fiorella. I Nomadi poco dopo regalano il primo brivido storico della notte, duettando insieme al Claudione nazionale sull’inno “Io Vagabondo“. Giorgia, che ha portato sul palco quella che è stata senza dubbio la backing band migliore di tutte, si è scatenata insieme a Lorenzo Jovanotti sul singolone “Tu Mi Porti Su” mentre Tiziano Ferro, acclamatissimo dal Campovolo nonostante non abbia duettato con nessuno, ha dimostrato di essere una realtà solida e amata specialmente sul suo marchio di fabbrica “Sere Nere“.

Fiorella Mannoia ha lasciato cantare a tutte le donne convenute la famosa “Quello Che Le Donne Non Dicono“, per poi saltare con Jovanotti su “Clandestino” (lanciando anche qualche messaggio al mondo politico-economico là fuori con “e lo spread…illegal!“) ed eseguire un toccante omaggio a Lucio Dalla insieme a Sangiorgi con “Anna e Marco“. Un ispirato Renato Zero ha ricordato di come l’Emilia accolse la sua istrionica arte nei primi anni ’70, coinvolgendo i presenti con “I Migliori Anni della Nostra Vita“. I Negramaro hanno alzato e di parecchio i decibel della kermesse, risultando davvero aggressivi, sparando le loro tre hit più conosciute e lasciando che Jovanotti, nel break centrale di “Via Le Mani Dagli Occhi“, si lanciasse in una sorta di crossover-freestyle che ha fatto scapocciare Elisa e il resto della band. Sangiorgi ha poi effettuato un altro featuring alla fine della mini esibizione di Claudio Baglioni, duettando insieme a lui su “Via“.

Parlando di watt, inutile dire che i Litfiba hanno scannato gli ampli durante una grandiosa “Tex” cantata insieme al Liga, davanti allo sguardo perplesso di diversi suoi fans che non conoscevano certo la canzone datata 1988. Molto suggestiva la super jam su “Il Mio Nome E’ Mai Più“, singolo del 1999 realizzato per beneficenza a suo tempo da Pelù-Jova-Liga. Biagio Antonacci ha coinvolto il pubblico con la sua recente hit “Non Vivo Più Senza Te” per poi puntare sul rock classico del suo vecchio cavallo di battaglia “Liberatemi“. Un Lorenzo Cherubini in stato di grazia ha stupito ancora proponendo una versione fantastica di “Amico” insieme a Renato Zero: grandioso vedere due interpreti così diversi (per età, look, proposta e molto altro) divertirsi alla grande cantando in chiave reggae/dub il brano di Zero del 1980.

Luciano Ligabue ha chiuso da trionfatore la serata suonando a velocità altissima la vetusta “Marlon Brando è Sempre Lui” e la ben più recente “Il Meglio Deve Ancora Venire“. Il tributo a Pierangelo Bertoli con cui cala il sipario su Italia Loves Emilia, è la degna conclusione di un evento davvero clamoroso, sia per l’importanza sociale, sia per la qualità delle esibizioni andate in scena sui palchi. Solidarietà e grande musica, un binomio perfetto per quello che, a detta anche di diversi artisti intervistati a caldo dopo l’esibizione, potrebbe (dovrebbe?) diventare ben più che un appuntamento occasionale…

Ecco la scaletta delle canzoni e delle esibizioni di Italia Loves Emilia:

Zucchero
Un soffio caldo
Baila Morena
Chocabeck
Madre Dolcissima con Jeff Beck, Elisa, Fiorella Mannoia

I Nomadi
Ancora ci sei
Io Voglio Vivere
Io Vagabondo con Claudio Baglioni

Giorgia
Il mio giorno migliore
Di sole e d’azzurro
Tu mi porti su con Jovanotti

Tiziano Ferro
La differenza tra me e te
Indietro
Sere Nere

Fiorella Mannoia
Io non ho paura
Quello che le donne non dicono
Clandestino (di Manu Chao) con Jovanotti
Anna e Marco (di L. Dalla) con Giuliano Sangiorgi

Renato Zero
Cercami
Resisti
I migliori anni della nostra vita

Negramaro
Mentre tutto scorre
Via le mani dagli occhi con Elisa e Jovanotti
Nuvole e lenzuola

Elisa
Ti vorrei sollevare con Giuliano Sangiorgi
Labyrinth con l’Orchestra Vocale dei Numeri Primi
Gli Ostacoli del Cuore con Ligabue

Claudio Baglioni
Strada Facendo
La vita e’ adesso
Via con Giuliano Sangiorgi

Litfiba
Barcollo
Gioconda con Federico Poggipollini
Tex con Ligabue
Il mio nome e’ mai più con Jovanotti, Fiorella Mannoia, Claudio Baglioni, Ligabue, Federico Poggipollini, Saturnino

Biagio Antonacci
Non vivo più senza te
Se e’ vero che ci sei
Liberatemi

Jovanotti
La notte dei desideri
Il più grande spettacolo dopo il big bang
Amico di e con Renato Zero (dub/reggae version)

Ligabue
Marlon Brando e’ sempre lui
Non e’ tempo per noi con Zucchero
Il meglio deve ancora venire

Tutti gli artisti
A muso duro di P. Bertoli

 

Commenti

Commenti

Condivisioni