Notizie

dEUS A Perfect Day Festival 2012 Verona

Insieme a Mark Lanegan, i dEUS sono i più “anziani” ospiti dell’A Perfect Day. Questo non significa che la proposta musicale del gruppo belga sia passata di moda, anzi.

Insieme a Mark Lanegan, i dEUS sono i più “anziani” ospiti dell’A Perfect Day. Questo non significa che la proposta musicale del gruppo belga sia passata di moda, anzi.
Fa effetto dirlo, ma sono passati quasi vent’anni dall’esordio discografico della band di Anversa, guidata da Tom Barman. Worst Case Scenario, splendido debutto, è l’album del 1994 con cui il quintetto belga si fa conoscere a tutta Europa e non solo, con una formula musicale piuttosto personale che incorpora elementi di alternative rock, pop e noise. Gli anni Novanta sono stati un unico crescendo creativo, scandito dal secondo album In A Bar, Under The Sea e culminato, nel 1999, con l’uscita del capolavoro The Ideal Crash, lavoro che ha sancito lo status di star della musica europea per i dEUS.

Il successo discografico non ha impedito, di fatto, una crisi creativa che ha costretto il leader e il gruppo a una lunga pausa, interrotta solo da una raccolta di singoli e poi, nel 2005, dal comeback, Pocket Revolution. Nonostante le buone intenzioni e una ritrovata verve creativa, i dEUS non sono più riusciti a bissare i grandi risultati ottenuti in passato, finendo per pubblicare dei buoni album che sono però passati inosservati. Una piccola inversione di tendenza, per fortuna, si è avuta proprio con l’ultimo lavoro, Following Sea (uscito a giugno), il primo a mostrare una band di nuovo in sintonia col proprio tempo. Un motivo in più per aspettarli alla prova del live.

Commenti

Commenti

Condivisioni