(Xbox 360 – PS3)

Day 1 Studios

Genere: Shooter

 

Chi nel 2006 ha vestito i panni di Point Man nel primo episodio del noto sparatutto targato Monolith / Day 1 Studios rimarrà un po’ spaesato di fronte all’incipit di questo secondo sequel: il fantasma di Paxton Fettel – il nostro nemico di F.E.A.R. 1 – viene in nostro soccorso e ci libera dalle grinfie dell’Armacham Technology Corporation, un’organizzazione militare da sempre avvolta nel mistero e dagli intenti a dir poco disonesti. Si forma quindi una strana alleanza, con l’obiettivo comune di giungere ad Alma Wade, la bimba dai temibili poteri psichici che a tutti gli effetti è la vera protagonista della serie. Nel corso dell’avventura – giocabile (anche in coop) sia nei panni del “buono” Point Man che in quelli del “cattivo” Paxton Fettel – ci imbatteremo in personaggi chiave come Michael Beckett (protagonista di F.E.A.R. 2) e Harlan Wade (lo scienziato fondatore di Project Origin nonché padre di Alma), in un susseguirsi di intrecci come al solito ottimamente congegnato. Dal punto di vista del gameplay, F.3.A.R. rimane fedele alla sue radici: avremo quindi a disposizione il fantomatico Reflex Time, potere che ci consente di rallentare tutto quello che si muove intorno a noi per affrontare i momenti più complicati con un po’ di vantaggio. Sono invece inedite le modalità di combattimento nel caso si decida di utilizzare Fettel, che ricorre ad abilità soprannaturali tipo la facoltà di impossessarsi dei nemici o di attaccarli dalla distanza mediante telecinesi. Menzione d’obbligo per il divertentissimo comparto multiplayer, che si articola in 4 modalità: Contractions (dove lo scopo è sopravvivere ad ondate di nemici), Soul Survivor (dove uno dei quattro giocatori è uno spettro e deve impossessarsi e trasformare gli altri prima dello scadere del tempo), Soul King (dove invece tutti i giocatori sono spettri e dovranno collezionare le anime degli altri) e la punta di diamante Fucking Run (in cui i quattro giocatori dovranno farsi strada tra i nemici collaborando e scappando dal Muro Della Morte eretto da Alma, che li insegue ad una velocità spaventosa rendendo il tutto frenetico e delirante).