Notizie

Festival Sanremo 2013 programma

Oggi è stato presentato il regolamento del Festival di Sanremo 2013. Molte le novità previste dal conduttore Fabio Fazio. I 14 big in gara presenteranno due brani a testa, mentre gli 8 giovani dovranno avere già due singoli pubblicati.

Sanremo 2013: più spazio all’Hip Hop?

Quello che sembra chiaro è che sarà un Festival di rottura. Partendo dalle dichiarazioni di Fazio, «la vera novità consiste nel fatto che per la prima volta nella storia di Sanremo ogni cantante presenterà non una, ma due canzoni inedite», si prospetta una piccola rivoluzione. Nelle prime due serate, infatti, i cantanti si esibiranno con entrambi i brani in successione e saranno votati dalla giura stampa e popolare. Durante la gara non verrà eliminato nessun big ma, anzi, solo i brani saranno oggetto di giudizio e l’artista potrà proseguire solamente con uno.

Altra grande novità, non faranno parte della gara i minorenni, perché, come spiega il conduttore, che avrà al suo fianco la fidata Luciana Litizzetto, «devono studiare e non venire manipolati dalle case discografiche ed usati come vuoti a perdere. Ne va del loro equilibrio, a quell’età in corso di formazione».
Per quanto riguarda gli ospiti per ora non si hanno notizie concrete, se non il fatto che non saranno invitate star italiane per la stima che domina nei confronti dei cantanti in gara. Al loro posto sembra che Fazio abbia deciso di puntare su artisti stranieri, preferibilmente non in promozione ma personaggi con una personalità dal forte impatto culturale.
Inoltre, Roberto Saviano sarà presente, probabilmente, in veste di ospite in una serata sola, mentre Gino Paoli prenderà parte alla gara.
Il cantautore avrebbe risposto con entusiasmo alla chiamata di Fazio, forse rinvigorito dalla rivoluzione dei due brani.
Si fa un gran chiacchierare sulla presenza di Baglioni, ma non c’è al momento nessuna certezza a riguardo, se non la possibilità che il cantautore romano intervenga nella serata del venerdì che sarà definita Sanremo Story, dove 14 campioni e grandi autori di canzoni entrate nella storia del festival reinterpreteranno i grandi classici riarrangiati dall’Orchestra diretta da Mauro Pagani, il direttore artistico della rassegna.
Infine, pare che Fazio abbia invitato diversi esponenti della scena hip hop contemporanea (Fabri Fibra, Club Dogo, Emis Killa), ma al momento sembra che abbiano rifiutato per impegni legati alla promozione dei loro lavori.

Commenti

Commenti

Condivisioni