Notizie

I Fleetwood Mac si riuniscono, annunciati i primi concerti 2013

Fleetwood Mac reunion 2013Per i più giovani i Fleetwood Mac sono (forse) degli sconosciuti ma chi ha superato gli “anta” conosce bene l’importanza di questo storico gruppo – che negli anni Settanta ha scritto pagine meravigliose della musica rock e pop – e non potrà che gioire sapendo della reunion prevista per il 2013Stevie Nicks e Lindsey Buckingham, che dal 1975 hanno in mano le sorti della formazione, hanno annunciato le date del tour americano – si terranno tra aprile e giugno del prossimo anno – parlando con Rolling Stone. «È il momento ideale per tornare. Il 2013 sarà l’anno dei Fleetwood Mac» ha dichiarato raggiante la Nicks. Ma la reunion non si limiterà ai concerti oltreoceano. La band approderà anche in Europa, partecipando ai più importanti festival del Vecchio Continente e organizzando singole date, per poi dirigersi alla volta dell’Australia, dove sono previsti circa 15 spettacoli. Ci sono voci che danno i Fleetwood come headliner dell’edizione 2013 di Glastonbury, ma l’organizzatore Emily Eavis ha dichiarato di non aver parlato col gruppo pur non escludendo la possibilità. «Sarebbe fantastico, ma onestamente non ho ancora avuto alcuna conversazione con la band. È ancora presto, stiamo valutando ogni possibilità». Per quanto riguarda date in Italia, al momento non si sa ancora nulla, ma non mancheremo di segnalarle qualora si concretizzassero.

Parlando della reunion – i FM non producono niente di inedito dal 2003 – Stevie Nicks e Lindsey Buckingham hanno accennato a canzoni inedite. «In questo momento abbiamo un paio di brani pronti – ha spiegato Stevie – ed è stato molto bello lavorare di nuovo con Lindsey. Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto, vediamo le cose con più saggezza oggi, invece che con gli occhi pieni di gelosia, risentimento e rabbia». Alle parole di Nicks, che all’epoca del suo ingresso nei Fleetwood Mac aveva una relazione con Buckingham, si sono aggiunte quelle dell’ex-compagno, che ha parlato di cosa li attende nei concerti del 2013. «Suoneremo sempre canzoni come Dreams, Rhiannon, Don’t Stop, Tusk, Big Love, Landslide e tutti gli altri successi che rappresentano potenzialmente il 75% della nostra potenziale scaletta. Mi piacerebbe anche pensare a una parte, a metà show, in cui io e Stevie restiamo da soli sul palco. Ma è solo una mia idea, vedremo quel che accadrà».

Commenti

Commenti

Condivisioni