Notizie

Kennedy Center Honors 2012, omaggio dei Foo Fighters ai Led Zeppelin

Foo Fighters Led ZeppelinIn Italia li conosciamo poco, a differenza di altri premi made in USA come i Grammy o gli Oscar, ma i Kennedy Center Honors godono in patria di grande lustro. Si tratta di riconoscimenti assegnati a persone che in campo artistico hanno contribuito allo sviluppo della cultura americana e  si svolgono dal 1978 a Washington, D.C. – culminano nell’evento di consegna degli Honorees al Kennedy Center Opera House. Per il 2012, nella notte di domenica 23 dicembre, il riconoscimento è stato assegnato al bluesman Buddy Guy, a Dustin Hoffman, a David Letterman, alla ballerina Natalia Makarova e, dulcis in fundo, a John Paul JonesJimmy Page e Robert Plant ovvero i Led Zeppelin. E per rendere omaggio agli Zep, si sono presentati alla cerimonia fan illustri del gruppo inglese come Jack Black (che ha definito la band come “la più grande di sempre nella storia del rock”), Kid Rock (che ha cantato Babe I’m Gonna Leave You e Ramble On), gli Heart (ottima versione di Starway To Heaven con Jason Bonham alla batteria), Lenny Kravitz (sul palco con la chitarra per suonare Whole Lotta Love) e i Foo Fighters.

Proprio il gruppo di Dave Grohl ha regalato la performace pià energica. I Foos, al  gran completo, sono saliti sul palco del teatro di Washington per interpretare una infuocata versione di Rock and Roll, brano che i Led Zeppelin incisero nel monumentale Led Zeppelin IV del 1971. Tra lo stupore di tutti, Taylor Hawkins e Grohl si sono scambiati i ruoli – il frontman dietro le pelli e il batterista alla voce. Il risultato è stato ottimo comunque. Vedere per credere.

La cerimonia si è svolta alla presenza di Barack Obama. Il Presidente degli Stati Uniti d’America ha tenuto un discorso in cui  ha sottolineato l’importanza dei Led Zeppelin, che pure sono una band inglese, per la cultura del paese che lo ha eletto Comandante in Capo per la seconda volta.

Commenti

Commenti

Condivisioni