Notizie

Glastonbury, l’unico festival in cui ci si può portare l’alcool da casa (con il trolley)

L’organizzatore di Glastonbury ha reso note le modalità con cui è permesso introdurre alcool all’interno del festival durante l’edizione 2013.

Glastonbury 2013

Questa mattina tutti e 175.000 i possessori di un biglietto per l’imminente edizione 2013 di Glastonbury – quest’anno lo storico festival è in programma dal 26 al 30 giugno (qui il programma completo dei 5 giorni) – si sono ritrovati nella casella di posta elettronica una mail ufficiale dell’organizzatore in cui si indicavano le modalità con cui è permesso introdurre alcolici nell’aerea in cui si svolge il mega-evento. Nella mail si indicavano “wheelbarrows” (cariole) e “trolleys” come mezzi consentiti per il trasporto. La comunicazione ha generato non poca confusione e qualche malinteso.

Per tentare di chiarire la posizione ufficiale, Michael Eavis, fondatore e organizzatore di Glastonbury, ha postato un messaggio sul sito ufficiale del festival. «Con riferimento alla mail di questa mattina, personalmente spero che le persone che partecipano bevano molto meno dell’alcool che può essere contenuto in un trolley! In ogni caso, Glastonbury resta l’unico festival di grandi dimensioni a consentire agli spettatori di portarsi dietro il proprio alcool. E se non potete farne a meno, almeno che sia solo per uso personale (che sia dentro un trolley o no!)».

Non abbiamo potuto leggere il contenuto della mail, ma probabilmente è consentito il trasporto “su ruota” per evitare che le bottiglie di vetro che contengono gli alcolici siano sballottate qua e là rischiando di rompersi. E conoscendo la passione degli anglosassoni per birra e affini, sembra una preoccupazione più che ragionevole.

Commenti

Commenti

Condivisioni