Notizie

I vincitori dei Grammy Awards 2014: Daft Punk e Macklemore dominano la scena

grammy-awards-2014-vincitori

Ecco i vincitori dei Grammy Awards 2014: dominatori assoluti nella notte a Los Angeles sono stati Daft Punk e Macklemore & Ryan Lewis. Buonissimo risultato per Lorde, mentre rimane a bocca asciutta Katy Perry.

Daft Punk, Macklemore & Ryan Lewis e Lorde: questi tre i nomi dei dominatori assoluti dell’edizione 2014 dei Grammy Awards. Lo spettacolo andato in scena dallo Staples Center di Los Angeles ha visto alternarsi sul palco moltissime mega star dell’industria musicale, intente o a presentare e ritirare premi, oppure a esibirsi per il pubblico. A fine serata il duo elettronico francese e quello hip hop statunitense si sono portati a casa ben quattro statuette a testa, mentre la giovane neozelandese ha ottenuto due riconoscimenti importanti come Song of the Year e Best Pop Solo Performance. Di seguito l’elenco dei vincitori nelle categorie più importanti.

Grammy Awards 2014 vincitori

Album of the Year: Daft Punk – Random Access Memories
Record of the Year: Daft Punk – Get Lucky
Song of the Year: Lorde – Royals
Best Country Album: Kacey Musgraves – Same Trailer Different Park
Best Pop Vocal Album: Bruno Mars – Unorthodox Jukebox
Best Rap/Sung Collaboration: Jay Z e Justin Timberlake – Holy Grail
Best Pop Solo Performance: Lorde – Royals
Best Rock Song: Paul McCartney, Dave Grohl, Krist Novoselic e Pat Smear – Cut Me Some Slack
Best Pop Duo / Group Performance: Daft Punk – Get Lucky
Best New Artist: Macklemore & Ryan Lewis
Best Rock Album: Led Zeppelin – Celebration
Producer of the Year: Pharrell Williams
Best Alternative Album: Vampire Weekend – Modern Vampires Of The City
Best Metal Performance: Black Sabbath – God Is Dead
Best R&B Album: Alicia Keys – Girl On Fire
Best Urban Contemporary: Rihanna – Unapologetic
Best R’n’B Song: Justin Timberlake – Pusher Love Girl
Best Rap Album: Macklemore & Ryan Lewis – The Heist
Best Rap Performance: Macklemore & Ryan Lewis – Thrift Shop
Best Rap Song: Macklemore & Ryan Lewis – Thrift Shop
Best Reggae Album: Ziggy Marley – Ziggy Marley In Concert
Best Traditional Pop Vocal Album: Michael Bublé – To Be Loved
Best World Music Album: Gipsy Kings – Savor Flamenco
Best Engineered Album: Daft Punk – Random Access Memories
Best Song Written For Visual Media – Adele e Paul Epworth – Skyfall
Best Compilation Soundrack – Butch Vig – Sound City – Reel To Reel

Per certi versi alcuni risultati sono sorprendenti: ad esempio era difficilmente pronosticabile che Katy Perry non si portasse a casa nessun riconoscimento; allo stesso modo Jay Z, Rihanna, Bruno Mars e Michael Bublé hanno vinto in categorie non certo principali. Nel rock i successi sono stati di Black Sabbath e di Dave Grohl/Paul Mc Cartney, visto che God Is Dead, Sound City e la strepitosa Cut Me Some Slack sono state premiate. A livello di performance dal vivo, i Daft Punk non hanno tradito le aspettative, Ringo e Paul McCartney non hanno suonato pezzi dei Beatles scegliendo Queenie Eye quale canzone da proporre, mentre ha scatenato molte polemiche il brutale taglio conclusivo della diretta tv quando sul palco c’erano Nine Inch Nails, Queens Of The Stone Age, Dave Grohl e Lindsey Buckingham. Trent Reznor non l’ha presa bene…


2141261854 di YardieGoals

Commenti

Commenti

Condivisioni