Notizie

Grammy Awards, trionfo di Adele e tributo a Whitney Houston

Anche i Grammy Awards hanno incoronato Adele regina del 2011. Dopo l’enorme successo di pubblico, la cantante inglese ha trionfato a Los Angeles aggiudicandosi sei premi: “Miglior registrazione” (Rolling In The Deep), “Miglior canzone” (sempre Rolling In The Deep), “Miglior disco” (21), “Miglior performance pop” (Someone Like You), “Miglior album pop” (ancora 21) e “Miglior videoclip breve” (Rolling in the Deep). Quanto a numero di statuette, Adele ha eguagliato il record del 2010 di Beyonce.

La serata è stata naturalmente dedicata alla scomparsa Whitney Houston. Tutti o quasi hanno voluto ricordare una delle migliori voci che il mondo del pop abbia mai conosciuto. «Anche se ci ha lasciato troppo presto – ha detto dal palco il rapper LL Cool J – siamo stati benedetti per aver toccato il suo splendido spirito».  C’è stato anche un omaggio di Jennifer Hudson che, chiaramente commossa, ha cantato I Will Always Love You accompagnata solo da un pianoforte.

Tornando ai premi, i Foo Fighters meritavano senza dubbio i riconoscimenti ricevuti: White Limo è la “Miglior canzone rock” del 2011 e l’album da cui è tratta, Wasting Light, è stato premiato come “Miglior album rock”. Come previsto, in ambito rap è Kanye West il trionfatore – “Miglior album” e “Miglior collaborazione”, con Jay-Z – mentre nella categoria country, anche qui ampiamente annunciato, è la bella Taylor Swift ad aggiudicarsi due premi (“Miglior performance” e “Miglior canzone”).

È un ideale riconoscimento alla carriera quello che l’Academy ha consegnato a Amy Winehouse, anche se ufficialmente è stato premiato il duetto con Tony Bennett in Body and Soul – al crooner anche la statuetta per il “Miglior disco Pop tradizionale” con Duets II). Il talentuoso Bon Iver è il “Miglior nuovo artista” del 2011.

Clicca qui per l’elenco completo dei premi.

Commenti

Commenti

Condivisioni