Notizie

Guns N’ Roses, la reunion potrebbe diventare una certezza il 4 dicembre

guns-n-roses-reunion-2016-concerti

La tanto attesa reunion dei Guns N’ Roses si farà, molto probabilmente nel 2016. La notizia è quasi certa, manca ormai solo la conferma ufficiale, che potrebbe arrivare il 4 dicembre. Secondo quanto riporta il Bristol Post, infatti, già questo venerdì la band verrà annunciata come headliner, con la formazione originale, del Reading Festival 2016.

A far trapelare la voce di una molto probabile reunion è stata già qualche settimana fa una fonte ben informata dell’ambiente musicale, interpellata dal programma di intrattenimento americano Dish Nation. «Slash e Axl si sono messi d’accordo per tornare insieme e fare una reunion della band nella sua formazione originale. Grazie ai concerti faranno vedere cosa sono stati capaci di fare prima dell’allontamento e avranno guadagni enormi. I promoter ci stanno lavorando, maggiori dettagli dovrebbero arrivare tra qualche giorno» ha rivelato.

Guns N’Roses reunion 2016 concerti

È già dallo scorso agosto, quando Axl e Slash hanno ufficializzato di aver fatto pace, che si rincorrono voci sul ritorno del gruppo, ma ora quelle che erano delle ipotesi e delle speranze sembrano essersi trasformate in certezze.

A quanto pare i GN’R sarebbero ospiti di alcuni festival sia americani che europei la prossima estate, ma tornerebbero a suonare anche nel 2017, con una serie di concerti più estesa per festeggiare i 30 anni di carriera – il successo per loro è arrivato nel 1987, con la pubblicazione di Appetite For Destruction. Secondo altre fonti, invece, avrebbero pensato di fare tappa solo in Svezia, Portogallo e Australia, per testare la risposta dei fan. «Tutti si aspettano un’enorme richiesta di biglietti, invece i ragazzi sono più cauti e non sanno cosa aspettarsi».

Non c’è bisogno di essere degli esperti per intuire che un ritorno in grande stile sarebbe accolto più che positivamente in tutto il mondo. Che si tratti di falsa modestia o meno, l’entusiasmo dimostrato dai fan finora e i possibili guadagni dovrebbero spazzare via ogni dubbio dalla mente di Axl e Slash, soprattutto ora che hanno recuperato il loro rapporto (nella speranza che non si tratti di un equilibrio precario).

E possono ben sperare anche gli aficionados italiani: le consolidate realtà dei festival di casa nostra possono a buon titolo contendersi degli headliner come loro. Il Circo Massimo di Roma ha già dimostrato con i Rolling Stones nel 2014 di prestarsi perfettamente a super concerti del genere, e chissà che non li rivedremo per la prima volta dopo tanto tempo proprio lì.

Commenti

Commenti

Condivisioni