Notizie

Tutta la verità sulla reunion dei Guns N’Roses (c’entra una donna)

guns-n-roses-reunion-retroscena

Ora che il tour della reunion dei Guns N’Roses è partito e il clamore si è spostato da come e perchè siano tornati insieme a se Axl sia la persona giusta per sostituire Brian Johnson al microfono degli AC/DC, il Daily Mail ha svelato in esclusiva tutti i retroscena che hanno portato al ritorno di Rose e Slash insieme sullo stesso palco.

A rivelare i dettagli è stato Marc Canter, amico di Slash sin dall’infanzia in un’intervista che mette in luce il ruolo centrale ricoperto nella faccenda del bassista Duff McKagan, colui che ha fatto da paciere tra i due. A quanto pare l’avvento che ha segnato la svolta nei dissapori tra i due è il divorzio di Slash dalla moglie Perla Ferrar nel gennaio 2014, dopo 13 anni di matrimonio. Ad Axl lei non è mai andata a genio e il fatto che ricoprisse ruoli chiave in alcune società del marito, ed avesse un forte ascendente su di lui, è sempre stato un ostacolo al riavvicinamento tra i due amici. Uscita di scena, si sono create le condizioni per cercare di riportare la pace, cosa a cui Canter ha lavorato insieme a McKagan stesso, che nel tempo ha continuato ad avere buoni rapporti con entrambi gli ex colleghi. «Quando Axl inveiva contro Slash, Duff è stato capace di aiutarlo a cercare di vedere la situazione con gli occhi di Slash».

Tutto è cominciato per questioni lavorative: «Circa due anni fa Axl ha fatto uscire un DVD per il quale aveva bisogno del permesso di Slash perchè conteneva alcune vecchie canzoni, e lui glielo ha concesso. Di lì a poco Slash si è trovato nella stessa situazione per una sua pubblicazione e Axl non ha fatto storie». Hanno quindi ricominciato a lavorare insieme in qualche modo, anche se non si parlavano. «Da quel momento hanno anche acconsentito entrambi a prestare alcuni pezzi dei Guns alla pubblicità, cosa mai accaduta prima proprio perchè serviva l’ok di tutti e due».

Canter – che è sempre stato molto vicino al gruppo, al punto di essere soprannominato “il sesto Guns N’Roses” – ha capito che si era sulla buona strada e che la reunion non era poi così impossibile l’anno scorso, quando Del James, amico stretto di Axl, ha fatto gli auguri di compleanno a Slash via Twitter, il 23 giugno. La conferma ad agosto, quando il chitarrista si è sbilanciato in un’intervista dichiarando «di aver sotterrato l’ascia di guerra». «Ho capito che potevamo tirare un sospiro di sollievo e che c’era qualcosa nell’aria. Ora non devo fare più nulla, sono tornati insieme e non hanno più bisogno di me» ha detto in conclusione Canter, che nel 2010 ha pubblicato il libro Reckless Road, in cui racconta i GNR degli inizi. Un libro che sta per diventare un film: «Circa un anno fa è stato opzionato da James Franco per farci un film. È un grande fan della band e vuole dirigerlo lui stesso, dopo aver preso accordi per lavorare a stretto contatto con loro e per l’ultilizzo delle canzoni».

Commenti

Commenti