Notizie

I Coldplay da Fiorello. Cronaca di una serata imbarazzante

Ieri sera, lunedì 21 novembre, i Coldplay sono stati ospiti d’onore dello show di Fiorello. Niente di male, nella sostanza: Il più grande spettacolo dopo il weekend è il programma del momento in Italia e la band di Chris Martin sta promuovendo Mylo Xyloto in ogni angolo del pianeta. Intorno alle 22, dal set di Roma antica di Cinecittà, gli inglesi hanno suonato Paradise, secondo singolo estratto dal nuovo album. Una buona performance, live oltretutto (solitamente negli show televisivi è d’uso il playback).

Quello che proprio non mi è piaciuto è stato il seguito: raggiunto in studio Fiorello, che non ha perso l’occasione per dimostrarsi campione della nostra cultura nazional-popolare canticchiando Viva la vida come se fosse il po-po-po-poh dei mondiali 2006, i Coldplay si sono prestati a giochetti che avrebbero dovuto avere il coraggio di rifiutare. Tremenda la scena dello scambio di giacca tra Chris e il Grande Conduttore, per non parlare della tragicomica interpretazione di Fix You a cui si è prestato il direttore musicale dello spettacolo. Il povero Martin, evidentemente imbarazzato, non ha potuto rifiutare l’invito (di Fiorello) di accompagnare il sopraccitato direttore.

A concludere questo capolavoro televisivo ci ha pensato il mattatore della serata. Evidentemente nessuno ha specificato al Grande Conduttore, recordman della televisione italiana, il nome dei suoi ospiti. Avrebbe evitato, il Grande Conduttore, di ripetere 50 volte “The Coldplay”, quando è chiaro anche ai muri che l’articolo “the” non fa parte del nome della band inglese. The Doors, The Beatles, Coldplay. Facile facile.

Davvero questo è “Il più grande spettacolo dopo il weekend”? Davvero questo è il meglio che la televisione italiana può esprimere? Davvero il pubblico non vuole altro (ieri sera share del 42,6%)? Davvero i Coldplay hanno bisogno di tutto questo per vendere dei dischi? Mah.

Commenti

Commenti

Condivisioni