Notizie

Il tributo di Loud Reed a Amy Winehouse.

Ormai la notizia della morte della cantante e autrice Amy Winehouse spopola ovunque e i suoi fan non riescono ancora ad accettare la sparizione della diva soul-jazz britannica per eccellenza.

Forse è proprio per questo motivo che Lou Reed, chitarrista, cantautore statunitense ed ex leader dei Velvet Underground, ha voluto omaggiare la cantante scomparsa con un tributo live svoltosi qualche giorno fa all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

L’omaggio alla cantante si è aperto con le prime note del brano Ecstasy, che dona il titolo all’album rilasciato nel 2000, finendo per dedicarle tutto l’interno live.

Le parole che Lou Reed ha voluto dedicare all’artista deceduta, per una presunta overdose di farmaci ed alcool, sono le seguenti : « Voglio dedicare questo concerto alla grande cantante e autrice Amy Winehouse . »

Forse Lou Reed si sente vicino alla cantante Amy Winehouse, per via del suo trascorso segnato dalla dipendenza da sostanze stupefacenti, che gli diede l’ispirazione per comporre alcuni brani incentrate sul tema delle droghe. Tra le canzoni che trattano tale argomento vogliamo ricordare Heroin e I‘m Waiting For The Man.

 

Commenti

Commenti

Condivisioni