Notizie

Indipendenza della Scozia: favorevoli o contrari? Le star si dividono

indipendenza-scozia-favoreli-contrari

Cantanti e star del mondo dello spettacolo si dividono in vista del referendum per l’indipendenza della Scozia del 18 settembre.

Il referendum per l’indipendenza della Scozia dalla Gran Bretagna si terrà il 18 settembre. La questione divide ovviamente anche artisti e star della scena musicale del Regno Unito, che recentemente si stanno schierando a favore del Sì o del No. Il 14 settembre si svolgerà anche un grande evento alla Usher Hall di Edimburgo: A Night For Scotland raccoglierà personalità del mondo della cultura e dello spettacolo in una serata a supporto del fronte indipendentista. Vediamo le posizioni dei musicisti più famosi che a oggi sono pubblicamente usciti allo scoperto.

Favorevoli

I Franz Ferdinand prenderanno parte alla serata A Night For Scotland, per supportare il partito del Sì e dare una chance al proprio Paese. Stuart Braithwaite, chitarrista dei Mogwai, è da sempre un convinto indipendentista. Recentemente ha dichiarato al The Guardian: “La Scozia è da troppo tempo governata dai Tory eletti a Westminster. La Scozia a dire il vero non ha mai eletto i Conservatori, neppure una volta”. A sostenere questo fronte anche Stuart Murdoch, leader dei Belle & Sebastian. Interpellato sempre dal Guardian ha detto: “Non sono mai stato ossessionato dalla questione, tuttavia ultimamente penso sia davvero arrivato il momento di fare le cose a modo nostro”. Infine anche Aidan Moffat, ex Arab Strap, e Alan McGee si sono espressi pro-indipendenza. Quest’ultimo, storico fondatore della Creation e scopritore degli Oasis, ha dichiarato: “La Scozia dovrebbe essere simile all’Irlanda, un rifugio celtico per artisti. Dovremmo avere facilitazioni fiscali per consentire non solo ai musicisti di vivere nel loro Paese”.

Clicca sulla freccia per vedere quali famosi cantanti sono contrari all’Indipendenza

Commenti

Commenti

Condivisioni