Notizie

Nuova musica e concerti nel futuro degli Iron Maiden, parola di Steve Harris

iron-maiden-album-concerti-futuro
di Francesca Vuotto
Foto di Francesco Prandoni

Gli Iron Maiden stanno vivendo una sorta di seconda giovinezza, passato lo spavento per Bruce Dickinson – che ha combattuto contro un cancro alla gola. Una seconda giovinezza iniziata con la pubblicazione del recente album The Book Of Souls, che ha dato la giusta carica alla band per cominciare a pensare al futuro in modo diverso. A rivelarlo è stato Steve Harris, che prevede la realizzazione di almeno un nuovo album e la partenza di un altro tour nei programmi a venire del gruppo, che nei prossimi mesi sarà impegnato un una serie di concerti – tra cui anche tre in Italia.

«È un privilgio essere ancora qui a suonare, un anno fa non sapevamo cosa sarebbe stato di noi e non sapevamo nemmeno se saremmo mai tornati sui palchi. Vogliamo far uscire almeno un altro disco e andare in tour. Stiamo bene con noi stessi al momento e siamo molto contenti di come si sono risolte le cose con Bruce» ha dichiarato intervistato da Blabbermouth.

E prosegue così: «A questo punto della nostra carriera non penso che avremmo cercato un altro cantante se Bruce non fosse stato in grado di tornare. Non c’è niente da fare, non potremmo in alcun modo sostituirlo. Grazie a Dio non ce n’è stato il bisogno. La cosa più importante era che stesse bene, poi che potessimo tornare a fare musica». E questo non solo per dare risposta ad una passione ancora viva, ma anche per dare espressione ad un’urgenza creativa che “tormenta” Harris. «Vorrei scrivere altre canzoni, soprattutto mie. Ho moltissime idee, troppe forse, ma è un problema bello da avere, piuttosto che quello opposto».

A quanto pare i ragazzi ad andare in pensione proprio non ci pensano, anche se, guardando al loro passato, potrebbero anche permettersi di riporre gli strumenti nelle custodie e godersi quanto conquistato in anni e anni di successi. «Abbiamo avuto una carriera fantastica. Se tutto finisse domani, sarebbe stato bello e sarei soddisfatto. Ma ovviamente preferiamo andare avanti, almeno ancora un per un po’».

Commenti

Commenti

Condivisioni