Notizie

Kanye West, nuovi insulti per Taylor Swift

Kanye West insulti Taylor Swift

Si aggiunge un nuovo tassello alla storia del litigio a distanza (per il momento) tra Kanye West e Taylor Swift. Qualche giorno fa, nel ritirare il Grammy aggiudicatasi nella categoria Album Of The Year, la bionda cantante americana ha pronunciato un discorso con cui ha indirettamente risposto agli insulti che il rapper le rivolge nella canzone Famous – “penso che io e Taylor potremmo ancora fare sesso. Ho reso io quella p*****a famosa – e giusto ieri il New York Post ha pubblicato l’audio del fuori onda dell’ultima puntata del Saturday Night Live in cui West rivolge parole di nuovo poco lusinghiere nei confronti di Swift.

Decisamente irritato per alcuni problemi tecnici che hanno messo a rischio la sua performance, se la prende un po’ con tutto il mondo e non perde l’occasione per inveire contro Taylor definendola “una testa di c***o“: «Sono pazzi? Io sono più influente di Stanley Kubrick, Picasso, San Paolo, Picasso e Escobar. Almeno il 50% più influente di qualsiasi altro uomo sulla terra. Non prendetemi per il c**o, Non prendetemi per il c**o, Non prendetemi per il c**o. Più del 50% [più influente] di qualsiasi vivo o morto, per i prossimi 1000 anni. Più di Stanley Kubrick» gli si sente dire.

È proprio andato in escandescenza, e deve aver contribuito anche il polverone sollevato da un suo Tweet di questi giorni in cui ha rivelato di avere debiti per 53 milioni di dollari e chiesto aiuto al fondatore di Facebook Mark Zuckerberg.

Non è proprio un momento d’oro per West, che pare “un po'” sotto pressione per il lancio del nuovo disco The Life Of Pablo, con cui pare giocarsi tutto. O forse no, se, come pensano in molti, si tratta solo di una serie di trovate mediatiche per far parlare di sè.

Commenti

Commenti

Condivisioni