Notizie

Keith Richards si fuma una canna a colazione tutte le mattine

Keith Richards una canna a colazione

Sono tre i motivi per cui Keith Richards compare sulle pagine cartacee e digitali dei principali media in questi giorni: la pubblicazione del suo nuovo album solista Crosseyed Heart il prossimo settembre – di cui si può già ascoltare il primo singolo Trouble -, il ritorno dei Rolling Stones in studio di registrazione (probabilmente a fine anno) e, dulcis in fundo, la canna che rivela di fumarsi ogni mattina appena sveglio, per iniziare bene la giornata.

Per quanto di grande interesse anche le altre due, è inutile dire che la notizia più sulla bocca di tutti è l’ultima. In realtà, visti i precedenti e le vicende di droga (ben più pesante) in cui è stato coinvolto, è quasi una non-notizia, ma non può non destare simpatia sentirlo dire – come ha fatto nell’intervista apparsa sull’ultimo numero di Mojo Magazine e citata da AdnKronos: «Fumo regolarmente, mi faccio una canna la mattina presto. Rigorosamente californiana».

Niente a che vedere con la salutare “mela al giorno” di cui parlava il vecchio detto, e in effetti qualche dubbio Keef ce l’ha: «Una delle cose più piacevoli è vedere la cartina dell’America che diventa verde… verde… verde… Non so se a lungo termine tutto questo sia però positivo».

Per il momento atteniamoci al presente. Canne o non canne, Keith resta uno dei migliori nonostante la veneranda età di 71 anni, ancora energico, attivo, allenato alle fatiche di una tournée. Come lui ce ne sono pochi, anche tra quelli molto più giovani.

Commenti

Commenti

Condivisioni